Alla Rocca si sperimenta il Droneball, sport che si ispira al Quidditch di Harry Potter

28 Giugno 2019 // di // Comments

Fano (PU) – Fano come la Spagna, Malta e la Germania nello sviluppo di nuove tecnologie, nella lotta all’abbandono scolastico e nell’inserimento di nuove metodologie d’insegnamento. Il Polo 3 di Fano (Battisti, Volta, Olivetti) è protagonista del progetto internazionale Erasmus Make in Class che vede tra i partner il FabLab e il Comune di Fano assessorato alle politiche giovanili. Gli altri partner sono l’ente di formazione Co.Meta, coordinatore del progetto, il FabLab Munchen (Germania), Bilenedu (Spagna) e la scuola Mcast di Malta. Il progetto ha lo scopo di supportare docenti ed educatori nella comprensione dell’enorme potenziale delle attività di making e nell’organizzazione di attività basate sul making per prevenire il fenomeno dell’abbandono scolastico nelle scuole secondarie. L’andamento del progetto sarà raccontato dai ragazzi mercoledì 3 luglio nei nuovi locali del FabLab Fano alla Rocca Malestiana dove, sfruttando l’ampio cortile interno alla Rocca e alberato, si allestiranno incantevoli scenografie per gli eventi musicali e i convegni scientifici in cui le luci, la musica e le tecnologie potranno lavorare in sinergia. L’evento, una sorta di microfestival tra musica e tecnologie digitali, prevede tra le altre cose la dimostrazione sull’utilizzo di stampanti in 3d, l’assemblaggio di un drone e infine la dimostrazione del Droneball, un nuovo sport internazionale che ricalca in parte il famoso Quidditch della serie di Harry Potter. L’evento si concluderà con un aperitivo alle 19.45 allietato dal suono di gruppi musicali live sino alle 24. L’appuntamento di mercoledì 3 luglio, che rappresenta una sorta di passaggio di testimone tra Caterina Del Bianco e Sara Cucchiarini, rispettivamente assessore uscente ed entrante con delega alle Politiche Giovanili, vedrà la partecipazione dei docenti del Polo3 Loris Penserini e Arianna Piermattei i quali spiegheranno come le nuove tecnologie siano fondamentali anche nell’insegnamento di materie come italiano e storia e non solo in materie tecniche.