Altro premio per il Fano Rugby. Domenica intanto torna in campo la prima squadra

1 dicembre 2017 // di // Comments

Fano (PU) – Ci sono 15 punti di differenza in classifica ma la voglia e la “fame” a volte valgono molto di più dei numeri. Confida il questo il Fano Rugby che dopo quasi un mese di sosta torna in campo domenica per la settima giornata del campionato di C1.

Al Falcone-Borsellino alle 14.30 arriva il Rugby Macerata, seconda forza del campionato (dietro solo alla corazzata Jesi prima a punteggio pieno) e reduce da cinque vittorie consecutive, tra cui quella ottenuta alla terza giornata proprio contro gli jesini.

Fano si presenta all’appuntamento con nelle gambe il duro lavoro svolto in queste settimane e con tanta voglia di dimostrare che non è all’ultimo posto della graduatoria che Giovannelli e compagni meritano di stare.

“La squadra di Macerata è spigolosa – ammette il tecnico, Walter Colaicomo – e molto forte. Confidiamo nella voglia di riscatto che i ragazzi hanno mostrato in queste settimane di lavoro”.

Al momento sono 13 i punti che separano la squadra del presidente Brunacci dal quarto posto in classifica che significherebbe play off. Le squadre che al termine della regular season arriveranno dal 4° al 6° posto invece, dovranno affrontare i play out per non retrocedere in C2.

In campo domenica anche l’Under 18 impegnata a Jesi e ancora priva di 2-3 pedine fondamentali cui però faranno da contraltare gli inserimenti di nuovi ragazzi.

Allo stadio Nelson Mandela di Ancona, invece, in campo i più piccoli per il 9° raggruppamento regionale di Mini Rugby. Tutte le categorie presenti (dall’Under 6 all’Under 12) in rappresentanza di Fano, Jesi, Ancona, Recanati, Falconara, San Lorenzo in Campo, Sena Senigallia.

Intanto in attesa di conoscere l’esito sportivo che emergerà dal campo, un altro riconoscimento è stato messo in bacheca per la società fanese che venerdì 1 dicembre ha visto premiato dal Panathlon Club Fano il proprio atleta Giacomo Ronconi distintosi per un gesto di grande fair play che nelle scorse settimane gli è valso anche il premio nazionale del Coni. Ronconi, durante una partita dell’Under 14, rinunciò a segnare una meta per far realizzare un sogno ad un suo compagno di squadra ancora a secco di marcature.