Anas conferma i lavori sulla S.S. 73 bis, la rabbia di Confcommercio: “Tutte le estati la stessa storia, intervengano le amministrazioni”

10 Giugno 2020 // di // Comments

Fano (PU) – Giorni fa Confcommercio di Fano ha inviato una nota all’ANAS chiedendo di soprassedere nel periodo estivo ai lavori infiniti che investono la superstrada di collegamento tra l’Umbria, il nostro entroterra e la riviera fanese e che tanto disagio creano ai turisti che intendono arrivare sulla nostra costa.

La risposta, stranamente veloce, ha però lasciato di stucco la Presidente Barbara Marcolini: “Di fronte alle nostre rimostranze – si legge in una nota – l’ANAS ci conferma non solo che i lavori verranno continuati per tutto il periodo estivo salvo sospenderli nel periodo di ferragosto, ma che anzi sono previsti ulteriori due cantieri all’altezza di Cantiano. E’ una cosa intollerabile che si ripete tutte le estatiora è necessario chele nostre Amministrazioni locali e regionali facciano sentire con forza  la propria voce”.

Le lamentele che arrivano dai sinora pochi turisti sono tantissime e, come dicono il Presidente della Federalberghi Luciano Cecchini Amedeo Tarsi di Faita-Federcamping “non faranno altro che far perdere appeal alla nostra località che se da una parte si sforza di crearsi un’identità turistica, dall’altra vede vanificati impegni ed economie investite grazie ad una miopia di programmazione. Mai come quest’anno, e come dicono tutti, il nostro sarà un turismo di prossimità e legato ai bacini di località vicine ma questo non può essere certamente il nostro biglietto da visita da esibire”.

Un turismo di prossimità che logicamente porta tanto indotto ad alberghi, campeggi ma anche a ristoranti e attività commerciali in generale che in un periodo di estrema difficoltà dovuta alla nota emergenza sanitaria,  non possono permettersi di farne a meno. La Confcommercio si appella dunque alla sensibilità degli Amministratori per sbloccare una situazione paradossale.