La polizia stradale effettua l'alcool test ai conducenti

Autista positivo all’alcoltest, gita di 1^ media rimandata di 3 ore

2 Maggio 2019 // di // Comments

FANO – Autista positivo all’alcoltest, partenza per la gita rimandata di 3 ore. È successo questa mattina quando una classe prima, della scuola elementare Padalino di Fano, stava per partire dal parcheggio del cimitero in direzione Urbino, per una giornata didattica nella splendida città natale di Raffaello. Nell’ambito del progetto “Gite scolastiche in sicurezza” realizzato dal Miur e dalla Polizia Stradale, una pattuglia della sede pesarese si è presentata, intorno alle 8, per eseguire i controlli di rito. Autobus e autorizzazioni tutto in regola ad eccetto che l’autista aveva un tasso alcolemico di 0,2. Non un granché in realtà, come confermato dalla polizia stradale, basterebbe un semplice cioccolatino al liquore per raggiungere quella percentuale di alcol nel sangue. Nonostante l’autista non presentasse alcun sintomo di ubriachezza, la norma prevede lo 0 assoluto per chi guida mezzi del genere. Sbrigate le formalità di rito, e annesso verbale, al secondo controllo l’autista è risultato negativo e pronto per partire alla volta di Urbino. A quel punto però i genitori presenti e la dirigente scolastica si sono opposti e dopo aver contattato l’azienda di autotrasporti, hanno richiesto un nuovo accompagnatore. Alla fine della vicenda, l’autobus è partito con un nuovo conducente 3 ore dopo l’ora stabilita. L’autista in questione si è giustificato dicendo di aver bevuto qualcosa durante la cena per poi essere andato subito a dormire, non avendo dato così tempo al corpo di smaltire del tutto, anche se poco, l’alcol nel sangue. Tesi dichiarata verosimile anche dalla polizia stradale che ha eseguito i controlli in mattinata. (foto d’archivio)