Bar senza servizio al tavolo: serrande chiuse alle 21

13 Ottobre 2020 // di // Comments

PESARO – Con servizio al tavolo fino alle 24, senza fino alle 21. Cambiano le regole per bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie a causa della ripresa dei contagi da Covid.  CNA agroalimentare di Pesaro e Urbino riassume quanto contenuto nel codice di autoregolamentazione aggiornato alle disposizioni previste dal Dpcm del 13 ottobre e alla circolare del Ministero della Salute del 12 ottobre.

Di seguito la sintesi:

·                   Le feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose possono svolgersi con la partecipazione massima di 30 persone nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti.

·                   Sono consentite le manifestazioni fieristiche ed i congressi, previa adozione di Protocolli validati dal Comitato tecnico-scientifico di cui all’ art. 2 dell’ordinanza 3 febbraio 2020, n. 630, del Capo del Dipartimento della protezione civile, e secondo misure organizzative adeguate alle dimensioni ed alle caratteristiche dei luoghi e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro;

·                   Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite sino alle ore 24.00 con servizio al tavolo ovvero:

·                   56.10.11 RISTORAZIONE CON SOMMINISTRAZIONE

·                   attività degli esercizi di ristoranti, fast-food, rosticcerie, friggitorie, pizzerie eccetera, che dispongono di posti a sedere

·                   attività degli esercizi di birrerie, pub, enoteche ed altri esercizi simili con cucina.

·                   56.10.12 ATTIVITA’ DI RISTORAZIONE CONNESSE ALLE AZIENDE AGRICOLE

·                    e sino alle ore 21.00 in assenza di servizio al tavolo ovvero:

·                   56.10.2 RISTORAZIONE SENZA SOMMINISTRAZIONE CON PREPARAZIONE DI CIBI DA ASPORTO

·                   preparazione di pasti da portar via “take-away”

·                   attività degli esercizi di rosticcerie, friggitorie, pizzerie a taglio eccetera che non dispongono di posti a sedere.

·                   56.10.3 GELATERIE E PASTICCERIE

·                   56.3 BAR E ALTRI ESERCIZI SIMILI SENZA CUCINA

·                   Questa classe include le attività di preparazione e somministrazione di bevande per il consumo immediato nei locali.

·                   bar

·                   pub

·                   birrerie

·                   caffetterie

·                   enoteche

·                   Le predette attività restano consentite a condizione che le Regioni e le Province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi;

·                   Detti protocolli o linee guida sono adottati dalle Regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali e comunque in coerenza con i criteri di cui all’allegato 10; continuano a essere consentite le attività delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, nei limiti e alle condizioni di cui al primo periodo.

·                   Resta anche consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze dopo le ore 21 e fermo restando l’obbligo di rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;

·                   Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.