Brividi Virtus, dopo 18 anni Fano torna in serie A di volley

20 Maggio 2019 // di // Comments

Fano (PU) – Brividi e occhi lucidi. Sensazioni che si provano solo quando si è consapevoli di aver compiuto un’impresa che nello specifico si chiama serie A. La Fano del volley torna nei palcoscenici che contano e lo fa al termine di una stagione dominata dall’inizio alla fine, culminata con la vittoria sabato in gara 2 dei play off promozione contro l’Istituto Estetico Sabaudia, superato 3-0 così come all’andata e impotente di fronte allo strapotere fanese.

Ad assistere alla meraviglia targata Virtus, un Palas Allende gremito in ogni ordine di posto come del resto lo è stato per tutta la stagione. Dopo 18 anni dunque, Fano torna in serie A e poco importa se dalla prossima stagione la Federazione ha istituito l’A3 (una sorta di cuscinetto tra l’A2 e la B) perché la sensazione è quella che la truppa di patron Giacomo Ianelli non ha nessuna intenzione di fermarsi.

Tornando al match di sabato,  capitan Salgado e compagni non hanno dato spazio agli ospiti, capaci di contrastare la furia di Lucconi e soci solo nel secondo parziale, vinto dai fanesi per 25-23. Senza storia gli altri due set, con Fano che scatta subito a razzo dai blocchi di partenza con Graziani e Tallone in stato di grazia. Il parziale si chiude 25-14 grazie ad un attacco di Paoloni e Gibam che mette in cassaforte la serie A nel secondo dove riesce a contenere la reazione di Sabaudia prima di chiudere ancora con Paoloni che mura l’attacco ospite e porta i suoi sul 2-0.

Poco più che una formalità il terzo set: il doppio ace finale di Cecato chiude la pratica sul 25-13 e da il via alla festa a tinte biancorosse che finisce con una pioggia di coriandoli sul parquet fanese e con il tuffo di squadra e dirigenti a ringraziare i tifosi, valore aggiunto della squadra e presenti in massa ad ogni partita casalinga.

A complimentarsi con la Virtus è stata anche l’amministrazione comunale attraverso un comunicato stampa diramato nella giornata di ieri in cui il sindaco Massimo Seri e l’assessore allo sport Caterina Del Bianco hanno definito “storico” il traguardo tagliato dalla società fanese “frutto di uno staff dirigenziale che ha saputo portare avanti un progetto sportivo con competenza,  serietà e con una grande attenzione ai giovani”.