Cade da un camion in corsa in autostrada: ritrovato dalla Polizia stradale di Fano

1 Luglio 2020 // di // Comments

Pesaro (PU) – Con la fine del lockdown e l’arrivo dell’estate sono aumentati anche le violazioni al codice della strada. Emblematico un dato: sono state oltre 200 i verbali elevati dalla Polizia stradale nell’ultima settimana su un totale del mese di giugno di 896, un dato direttamente proporzionale all’aumento dei flussi di traffico.

92 le pattuglie impiegate negli ultimi sette giorni che hanno pizzicato 10 automobilisti senza cintura di sicurezza e 8 che guidavano parlando al telefonino.

Solo dagli Agenti della Polstrada sono stati rilevati – nella settimana – ben 21 incidenti nella Provincia, 7 dei quali con feriti seri (60 in totale gli incidenti con feriti nel mese di giugno).

Al bilancio della settimana  vanno ad aggiungersi oltre 150  punti decurtati, 3 patenti ritirate, 3 sequestri e 2 fermi di autoveicoli.

Il 30 giugno, inoltre, nel territorio del Comune di Montelabbate, personale della Polizia di Stato in servizio presso la Polizia Stradale, nel corso di un controllo ad un veicolo con tre trasportati, oltre il conducente, identificava un cittadino nigeriano, 20enne, che risultava essere destinatario di un ordine di rintraccio per espulsione.

Per quanto riguarda la polizia stradale di Fano invece, sempre nella notte del 30 giugno verso le 23.15, una pattuglia rintracciava un cittadino di origine afgana, ferito sul sedime autostradale. L’uomo, un 27enne trovato in pessime condizioni e con un taglio alla testa, dai successivi riscontri è risultato essere un clandestino, feritosi a seguito della caduta da un camion – non rintracciato – al quale lo stesso si sarebbe legato verosimilmente nel sottoscocca,  alle traversine.

La corsa – breve – verso un imprecisato luogo più ospitale e sicuro  si  è fermata  all’altezza del Casello Nord di Ancona, ove gli agenti hanno raccolto il clandestino afgano, imbarcatosi dalla Grecia verso l’Italia. L’uomo è stato consegnato all’ufficio stranieri della Questura di Ancona, per i successivi adempimenti.