Illuminazione Led

Cambia la luce: dopo Sassonia e Centro storico, in arrivo nuove lampade a Led

17 febbraio 2017 // di // Comments

Fano (PU)  – Dopo la ciclopedonale Fano-Fosso Sejore (2015), la passeggiata di Sassonia e il centro storico, Fano si appresta a diventare sempre di più una città illuminata a Led.  Continua la collaborazione tra amministrazione e Aset Spa per il relamping  completo della città, una serie di interventi di Green Economy il cui investimento ammonta a 825mila euro (triennio 2016-2018), che quest’anno vedrà interessati il cavalca ferrovia di Viale Battisti, Via Cavallotti e il Parco Passeggi per poi proseguire, entro il 2018, con viale Cristoforo Colombo e Viale Carducci.

“Il prolungamento dell’accordo con Aset Spa – ha sottolineato l’assessore ai Lavori Pubblici, Cristian Fanesi -, che fino al 2034 si occuperà di manutenzione della pubblica illuminazione, oltre a portare benefici in termini di risparmio energetico e contenimento dei costi, è fondamentale per quanto riguarda la sicurezza perché nuovi punti luci sono stati o saranno istallati in prossimità di attraversamenti pedonali  in zone molto trafficate (17 in totale su Fano più 11 a Ponte Sasso)”.

“Il progetto ‘MILLE Led’ – hanno evidenziato Marco Lucertini e Giorgio Garofolo di Aset Spa – assume una rilevanza importante sotto vari aspetti: oltre ai già citati di efficientamento energetico e sicurezza, questo cambio radicale di illuminazione ha permesso di qualificare zone importanti come la Sassonia e permetterà, di qui a breve, di valorizzare alcune zone come appunto Viale Battisti, Via Cavallotti e i Passeggi”.

Risolto anche il problema passaggio barche in quanto i nuovi punti luce in Viale Battisti e Via Cavalotti saranno realizzati in maniera tale da permettere il transito dei natanti senza dover ogni volta intervenire per togliere le lampade come avviene adesso.

E a conferma del fatto che l’illuminazione a Led porta vantaggi rispetto alla classica, ci sono i numeri forniti da Aset Spa che ha riscontrato come sul lungomare di sassonia si è passati da 13440 a 5766watt, con un risparmio quindi del 57%. Ancora meglio le cose per il centro dove le 651 lampade consumano 25600watt contro i 64400 (-60%) delle classiche. E notevoli risparmi (dal 7 al 36%) si avranno anche nelle prossime opere nonostante, a differenza delle precedenti, saranno aumentati i corpi luminosi (ad esempio nel parco dei Passeggi si passerà da 72 a 121 lampioni). E sulla provenienza e sicurezza di queste lampadine di nuova generazione, Aset Spa rassicura: “Utilizziamo solo lampade Led 400 kelvin e materiale italiano certificato CE”.