Clinica Villa Mafalda, l’high tech e il futuro della medicina

9 Novembre 2018 // di // Comments

Clinica Villa Mafalda, l’high tech e il futuro della medicina

Il futuro delle Marche sembra sempre più tecnologico, e potrebbe essere la sanità regionale a guadagnare maggiormente da questa prospettiva. A dimostrarlo sono stati i diversi riconoscimenti di Smau (Salone Macchine e Attrezzature per l’Ufficio, oggi il più grande consorzio dedicato all’innovazione in Italia), che hanno evidenziato come il tessuto imprenditoriale – anche in campo medico – sappia guardare con fiducia al progresso tecnologico, ma anche i recenti risultati pubblicati dall’indagine dell’Istituto Demoskopika, che confermano le ottime performance della sanità della regione. Migliori prestazioni per i pazienti, costi e tempistiche ottimizzate, cure efficaci, sono i motivi che portano gli ospedali italiani a guardare con interesse alle innovazioni tecnologiche più promettenti. Tra le cliniche che hanno mostrato un occhio di riguardo nei confronti delle potenzialità della ricerca, spicca la casa di cura di Roma Villa Mafalda. Nel suo blog ufficiale, Villa Mafalda si è spesso espressa sulle ultime novità della tecnologia medica, con recensioni e opinioni interessanti sia per gli specialisti che per gli stessi pazienti. Quello di tecnologia e medicina è infatti oggi un binomio imprescindibile, su cui sempre più cliniche decidono di investire e che naturalmente solletica la curiosità dei cittadini, gli utenti finali che godono dei progressi del settore.

L’importanza della diagnostica, l’opinione di Villa Mafalda

Tra gli aspetti più importanti della medicina moderna spicca certamente quello della diagnostica. Individuare i sintomi e comprendere con precisione con quale patologia si ha a che fare è fondamentale per il medico. Non stupisce dunque come molte delle nuove tecnologie in ambulatorio e sala operatoria siano rivolte proprio al monitoraggio dell’organismo del malato, in modo da fornire allo specialista tutte le informazioni di cui ha bisogno per pianificare la terapia migliore. Le recensioni di VillaMafalda pongono infatti l’accento sui moderni strumenti radiologici: la risonanza magnetica aperta, per esempio, capace di effettuare uno screening tridimensionale, o l’esame con la DEXA, pensato appositamente per quantificare la perdita di densità ossea nel paziente. Molto interessanti anche le opinioni e i commenti sugli strumenti utilizzati dalla moderna oculistica, come quelli indicati sul sito web del reparto oftalmologico della clinica Villa Mafalda, AktiVision. Tra le tecnologie più popolari al giorno d’oggi spicca per esempio la tomografia a coerenza ottica (OCT), caratterizzata dalla bassissima invasività e dall’alta precisione che consente agli specialisti di ottenere una scansione accurata, utile sia in fase di diagnosi che in seguito all’operazione.

Villa Mafalda recensioni sulle innovazioni di robotica e fotonica

Per quanto riguarda la terapia vera e propria, una delle più importanti innovazioni mediche degli ultimi tempi è sicuramente stata l’introduzione dei robot in sala operatoria. Le innovazioni della robotica hanno infatti rivoluzionato la pratica chirurgica, offrendo ai medici strumenti precisissimi per ridurre al minimo la possibilità di complicazioni in fase di intervento. Dalla laparoscopia, fino ai moderni sistemi DaVinci oggi impiegati anche nelle cliniche marchigiane, l’impatto della tecnologia sul lavoro in sala operatoria è stato fondamentale per garantire una migliore qualità e sicurezza delle prestazioni mediche. Stando alle recensioni della comunità medica e alle notizie riportate da Villa Mafalda, il prossimo passo potrebbe essere quello dei robot capaci di operare all’area oculare, grazie alla possibilità di agire su membrane e tessuti dallo spessore minore del centesimo di millimetro, un risultato altrimenti impossibile da raggiungere per un dottore umano. Le innovazioni più interessanti nel mondo della sanità non si limitano alla robotica. Anche la fotonica ha potuto offrire ai medici strumenti all’avanguardia, come testimoniato dalle recensioni e dai commenti di AktiVision, che evidenziano l’ampio uso dei laser nell’oculistica, ma non solo. Si tratta infatti di strumenti che hanno applicazioni anche nel campo della neurologia, della dermatologia e della chirurgia estetica.

Le potenzialità della tecnologia in campo medico sono numerosissime, e rappresentano una vera e propria risorsa per il sistema sanitario regionale. Le Marche spiccano oggi tra le realtà più interessanti a livello nazionale, sia per quanto riguarda la predisposizione per l’innovazione che la qualità dell’offerta medica. La regione ha dunque le carte in regola per puntare a un futuro medico high tech, un’ottima prospettiva per i cittadini e gli ospedali del territorio.