Da limite a risorsa basta un attimo: basta una barca

18 Giugno 2019 // di // Comments

Fano (PU) – Sono a Fano da venerdì e ci rimarranno fino al 21 giugno ma molti di loro torneranno periodicamente in città e della città saranno parte viva e attiva, perché la disabilità è una risorsa e non un limite. E’ questo messaggio che da 15 anni porta avanti l’Associazione Genitori Sindrome di William (AGSW) nata a Fano per volontà di Andrea Romiti e che si batte per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa rara malattia scoperta negli anni ’60 in Nuova Zelanda ma che presenta ancora molti lati oscuri e colpisce un bambino ogni 20mila.

Romiti e l’AGSW da 15 anni organizzano “Vivere il Mare”, iniziativa che quest’anno ha portato a Fano 17 famiglie, per un totale di 45 persone ospiti tutte in strutture ricettive a Torrette, che per una settimana saranno alle prese con varie iniziative legate alla marineria che si terranno principalmente su “Sassicaria”, barca a vela acquistata l’anno scorso dall’associazione e ormeggiata a Marina dei Cesari.

Le due iniziative principali a bordo di Sassicaria, che i ragazzi svolgeranno non solo questa settimana ma periodicamente durante l’anno, sono “A Vela nei Week End” e “Sali a Bordo con Noi”. La prima consiste nel far vivere ai ragazzi Williams (3/4 alla volta) un fine settimana a bordo della barca gestendosi in maniera autonoma (con la supervisione di un adulto), facendo la cambusa, cucinando e riordinando, la seconda è l’apoteosi dell’inclusione perche AGSW offre a tutte le associazioni del territorio la possibilità di passare una giornata insieme ai ragazzi “speciali” tra battute di pesca, bagni e aperitivi al tramonto.

Ma l’attività dell’associazione non è legata solo al mare e alla barca. Da quest’anno infatti, i ragazzi gestiscono un lotto di terreno messo a disposizione dall’associazione Verde Vivo dove coltivano personalmente frutta e verdura che poi andrà ad arricchire la cambusa e a breve saranno addirittura protagonisti sul grande schermo. Grazie a Nicola Anselmi ed Emanuela Giorgi infatti, della società Onstage, girerà i festival nazionali “Nico&Nico”, cortometraggio che avrà come protagonista Nicola Romiti, uno dei ragazzi dell’associazione, ma che coinvolgerà anche tutti gli altri con le riprese che si terranno proprio in questi giorni di loro presenza a Fano.

Il film servirà per far parlare a livello nazionale di questa malattia genetica come già fatto ampiamente con The Williams Tour Italia, il giro d’Italia in Barca a Vela che l’associazione organizzò nel 2017 e che toccò i porti di Genova, Livorno, Civitavecchia, Napoli, Palermo, Crotone, Bari, Ancona, Rimini, Venezia e Trieste.

Domani intanto, tra riprese del film e coltivazione di ortaggi, i 17 ragazzi si ritaglieranno un po’ di tempo anche per provare l’ebbrezza di stare in equilibrio su una tavola da Sup grazie all’associazione Maredentro, altra realtà che in questi anni si è avvicinata all’AGSW a dimostrazione di come Fano quando si tratta di darsi da fare per aspetti sociali e di integrazione è sempre in prima linea, elemento questo ribadito anche dal sindaco Massimo Seri.