Fanesi a Valfornace

Dalle parole ai fatti: il cuore dei fanesi è sempre più grande

11 gennaio 2017 // di // Comments

Fano (PU) – Quando dalle parole ai fatti il passo è breve. Lo avevano annunciato lo scorso 2 dicembre, in occasione della cena solidale andata in scena alla Bocciofila San Cristoforo (400 presenze) ed oggi, a distanza di appena 40 giorni, i buoni propositi sono diventati realtà. “Con i soldi raccolti questa sera – avevano detto – porteremo ai ragazzi di Fiordimonte e Pievebovigliana attrezzature scolastiche e giochi”. La consegna è avvenuta questa mattina in quello che dopo il referendum di fusione è divenuto il Comune di Valfornace, quando, intorno alle 10.30, una delegazione di 8 fanesi ha effettuato un “blitz” nel prefabbricato che ospita i bambini delle elementari e delle medie, per far loro dono di quello che è il frutto della generosità della città di Fano.

Con i 4.248 euro raccolti, infatti, sono giunti a Valfornace da Fano 6 computer, 2 stampanti, 10 risme di carta, 40 chiavette usb e tantissimi giochi da giardino (per la scuola materna), attrezzature che renderanno un po’ meno amare le giornate scolastiche dei ragazzi che dal giorno del terremoto sono costretti a vivere in condizioni ai limiti della sopravvivenza. Quello compiuto oggi da questi ragazzi (rappresentanti dei Panthers Fano, della Bottega del Furlo, della Curva e del Bar Giolla) è solo l’ultimo dei tanti viaggi effettuati nei territori colpiti dal sisma dove quasi tutto, purtroppo, è rimasto invariato: “L’unica novità che abbiamo trovato rispetto all’ultima volta – ironizza a malincuore uno dei pionieri dell’iniziativa, Stefano Furlani – è la neve, ma sia noi che gli abitanti del posto ne avremmo fatto volentieri a meno. Siamo orgogliosi, da fanesi, di aver dato il nostro contributo a queste persone che si trovano a vivere e ad affrontare la quotidianità in condizioni davvero proibitive. Speriamo che anche le istituzioni, oltre a promettere, facciano qualcosa di concreto”.

Oltre alle elementari e medie “improvvisate”, la delegazione della città della Fortuna ha visitato anche la scuola materna che è stata temporaneamente ricavata all’interno del Palazzetto dello Sport e dove, all’esterno, saranno montati i giochi giunti da Fano. Ad accogliere quelli che da molti abitanti del posto sono considerati angeli, gli ex sindaci di Pievebovigliana e Fiordimonte Sandro Luciani e Massimo Citracca, che parteciparono a loro volta alla serata benefica di dicembre assieme al collega fanese Massimo Seri.

“Sono orgoglioso di rappresentare una città dal cuore così grande – ha commentato Seri -. Ringrazio gli otto ragazzi che oggi si sono recati a Valfornace e tutti i miei concittadini che dal giorno del sisma si sono tirati su le maniche e hanno messo in campo forze, tempo e denaro per aiutare le persone bisognose”. Oltre a Stefano Furlani, la delegazione fanese era composta da Emanuele Vincenzi, Francesco Gaggi, Giovanni Piccoli, Filippo Gaggi, Davide Manna, Giovanni Scarlatti ed Alessio Roberti.

La macchina della solidarietà made in Fano è comunque sempre attiva: per febbraio, infatti, già pronta un’altra iniziativa i cui dettagli saranno resi noti a breve.

15894728_1552969728063970_2423275910753685577_n 15940753_1552969468063996_2396196367938797335_n 15965364_1552968241397452_1999309358665960675_n 15965942_1552968438064099_9166505792587741037_n 15977162_1552968048064138_8061959487455943591_n 15977670_1552969641397312_7997440587698795009_n