verde pubblico in via Palazzi

Decoro urbano, l’amministrazione: “Noi faremo la nostra parte ma i cittadini collaborino”

11 Maggio 2018 // di // Comments

Fano (PU) – L’arrivo della primavera e il continuo alternarsi tra giornate di sole e di pioggia e portato al centro dell’attenzione la questione verde pubblico. In vista dell’imminente stagione estiva, è partita dall’amministrazione una campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica che invita i cittadini a collaborare attivamente tenendo pulita, quanto più è possibile, la città e in particolare i luoghi di residenza dalla sporcizia e dalle erbacce che in questo periodo crescono più rigogliose.

A tal proposito l’Amministrazione comunale richiama la cittadinanza al rispetto del regolamento edilizio comunale il quale all’art. 69 riguardante i muri e le recinzioni di confine, al comma 9 prevede che i proprietari dei fabbricati lungo le vie pubbliche, hanno l’obbligo di provvedere all’estirpamento della vegetazione spontanea lungo il fronte del proprio edificio, lungo i relativi muri di cinta fino alla linea esterna del marciapiede o per lo spazio di metri lineari 1,00 dal filo del muro, dove non esistono marciapiedi. Per quanto riguarda gli edifici e gli spazi pubblici, i monumenti e altri siti storici, l’amministrazione comunale provvede direttamente attraverso apposito personale dedicato esclusivamente a questa operazione.

Questa campagna di pulizia, che partirà dal Centro storico per poi proseguire nelle zone a mare di Sassonia e Lido fino ad estendersi successivamente a tutto il territorio comunale, intende migliorare l’immagine complessiva della nostra città, sia sotto il profilo della manutenzione e qualità della vita dei suoi abitanti, sia per offrire al visitatore e al turista quel decoro che possa rendere più piacevole il suo soggiorno.

“Dobbiamo tutti renderci conto – scrivono dall’amministrazione – che l’estetica non è un eccesso, ma un aspetto necessario che concerne la qualità sociale della città, in quanto corrisponde alla responsabilità civile del cittadino nei confronti della collettività. La manutenzione del decoro urbano diventa quindi fondamentale e l’amministrazione comunale oltre alla pulizia delle erbacce ha in programma anche la rimozione delle scritte, dei manifesti e delle locandine abusive dagli edifici nonché di quei segni urbani abbondanti e corrosi dal tempo che disturbano la vista e il paesaggio urbano”.