Dopo l’ottima prestazione di Torino, la Gibam domenica gioca a Venezia con il San Donà

17 Gennaio 2020 // di // Comments

Fano (PU) – Seconda trasferta consecutiva per la Gibam Fano che, forte del corroborante successo ottenuto a Torino, farà visita (domenica ore 18) ai veneziani dell’Invent San Donà di Piave, compagine accreditata alla vigilia del campionato come una delle favorite. All’andata San Donà si impose al Palas Allende per 3 a 2 rimontando uno svantaggio di 2 set a 1 e 10-15 nel quarto, grazie ad un finale di gara devastante di Giacomo Bellei: “Il nostro avversario di turno ha una classifica che non rispecchia i suoi valori – afferma il libero Gibam Andrea Cesarini – sta disputando un campionato al di sotto delle aspettative.

Nonostante ciò, come d’altronde già accaduto all’andata, San Donà ha nel proprio organico elementi in grado di risolvere il match con spunti individuali. Fano dovrà essere brava a ripartire dall’ultima partita sapendo che per battere San Donà non basterà quanto fatto vedere a Torino, ma sarà necessario alzare il livello”. Cesarini, che si sta distinguendo nella categoria come uno dei migliori liberi del campionato, individua nella difesa l’arma vincente: “Certamente la fase difensiva è fondamentale – continua l’ex giocatore di Perugia – ma anche saper riuscire a gestire determinate situazioni di gioco è importante. Poi non possiamo pensare di giocare al di sotto del 100% perché facendo così non porteremo a casa alcun punto. Il match contro San Donà è fondamentale in chiave salvezza e play out”.

Dopo la partenza di Piazza, coach Totire potrà contare sullo slovacco trentanovenne Sladecek in cabina di regia mentre a martellare ci saranno l’opposto Giacomo Bellei e gli schiacciatori Cristofaletti e Margutti. Fano risponderà con il solito sestetto (Cecato-Bulfon, Paoloni-Salgado, Tallone-Ozolins, Cesarini libero), ma scalpitano in panchina i vari Caselli, Mandoloni e Sorrenti.