Falsi volontari, l’Unione Ciechi lancia l’allarme

16 Novembre 2018 // di // Comments

Fano (PU) – Approfittare della buona fede e dell’ingenuità delle persone è deplorevole, farlo facendo leva sui sentimenti e spacciandosi per “volontari” lo è ancora di più. Come ogni anno quando si avvicina il periodo del Natale, l’Unione Italiana Ciechi di Pesaro lancia l’allarme in seguito a diverse segnalazioni pervenute negli uffici di Fano e Pesaro.

“Le truffe arrivano puntuali come l’influenza  – scrivono dall’Uici Pesaro -. Alcuni cittadini ci hanno segnalato che stanno ricevendo telefonate e visite porta a porta con richieste di contributo per bambini e adulti ciechi. La stessa segnalazione ci è giunta da alcuni negozianti a cui hanno proposto calendari e opuscoli in cambio di donazioni. Ribadiamo che l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus Aps  UICI non ha queste modalità raccolta fondi e nessuno  è incaricato di questa attività per nostro conto”. Aiutare l’associazione è comunque possibile ma non sono sicuramente queste le modalità: “La nostra associazione – prosegue la nota –   fornisce supporto e servizi alle persone con disabilità visiva  gratuitamente e per far questo abbiamo assolutamente bisogno delle donazione e dei contributi di tutti i cittadini, ma le nostre modalità sono altre.  Le donazioni alla nostra associazione sono detraibili fiscalmente e possono essere effettuate direttamente nella sede di Pesaro e Fano, attraverso versamenti in conto corrente postale e/o bonifico bancario e il giorno di santa Lucia (13 dicembre) patrona della vista,  attraverso dei banchetti raccolta fondi in cambio dei famosi Bracciatelli”.

Attenzione dunque a sedicenti volontari per evitare che un gesto caritatevole e d’affetto si trasformi in un bel regalo di Natale per truffatori e delinquenti.