Antonio Sanchez e del suo gruppo Migration ospiti dell'Internationa Jazz Day a Fano il 30 aprile

Giornata a tutto jazz giovedì 30 aprile: concerti da mattina a tarda notte

23 Aprile 2015 // di // Comments

Fano (PU) – Sarà una jam session “notturna”, come quelle che segnarono la nascita del jazz moderno, a chiudere gli eventi fanesi in programma giovedì 30 aprile, giornata titolata, dall’Unesco, a un genere musicale eletto a “patrimonio universale dell’umanità”. L’appuntamento organizzato dal Fano Jazz Network guidato da Adriano Pedini, in collaborazione con la Fondazione Teatro della Fortuna, Amici del Teatro della Fortuna e con il patrocinio del Comune di Fano “sarà una giornata intensa che farà anche da anteprima al ‘Fano Jazz by the Sea’ in programma dal 24 al 31 luglio, con la 23^ edizione”.

Si comincerà la mattina, alle 11, con un incontro al Teatro della Fortuna riservato agli allievi delle scuole superiori della provincia e del Conservatorio Rossini di Pesaro: nell’occasione il jazz sarà raccontato da Catervo Cangiotti e suonato dalla Colour Jazz Orchestra diretta dal trombonista Massimo Morganti, musicista di riconosciuto valore nazionale. Nel pomeriggio si continuerà a parlare di jazz alla Mediateca Montanari (ore 18): insieme a Catervo Cangiotti e Massimo Morganti interverrà Luca Conti, direttore del mensile Musica Jazz. L’incontro sarà coordinato da Roberto Valentino, responsabile dell’Ufficio Stampa di Fano Jazz By The Sea.

In serata si tornerà al Teatro Della Fortuna (ore 21.15) per ascoltare il concerto del batterista di origine messicana Antonio Sanchez e del suo gruppo Migration, con Seamus Blake al sax tenore, John Escreet al pianoforte e Matt Brewer al contrabbasso. Nativo di Mexico City, trasferitosi nel 1993 negli Stati Uniti per studiare al famoso Berklee College of Music di Boston, Antonio Sanchez è uno dei batteristi oggi più in vista. A Fano, l’International Jazz Day avrà quindi degna conclusione al Jazz Club “Osteria del Caicco” (in via Arco d’Augusto 53/B) dove, dalle 23, si potrà assistere ad appassionate e appassionanti jam session organizzate in collaborazione con Pesaro Jazz Club. Il modo migliore per porre il sigillo finale a una intensa giornata musicale.

Anticipazioni Fano Jazz By The Sea 2015
La XXIII edizione del più importante festival jazz delle Marche si svolgerà dal 24 al 31 luglio: il concerto inaugurale avrà come illustri protagonisti il sassofonista Joshua Redman e i Bad Plus, mentre quello finale sarà appannaggio del gruppo del batterista Omar Hakim, già componente dell’ultima edizione dei Weather Report. Nel mezzo, i concerti di due star del jazz made in Italy, Paolo Fresu (in coppia con il pianista statunitense Uri Caine) ed Enrico Rava (col suo New Quartet allargato al sassofonista Stefano Di Battista) e di una personalità geniale del jazz europeo come il francese Michel Portal, già più volte ascoltato a Fano e stavolta impegnato in un duo con il fisarmonicista connazionale Vincent Peirani. E poi immersioni nel jazz nordico, con il sassofonista norvegese Marius Neset, nella musica africana, con la cantante Dobet Gnahore, e latina, con il cantante e chitarrista del New Mexico Raul Midon. In attesa di conferma è l’ormai tradizionale appuntamento nella bellissima cornice naturale della Golena del Furlo di Acqualagna, che dovrebbe svolgersi domenica 2 agosto.

Come di consueto, Fano Jazz By The Sea sarà scandito anche quest’anno da numerose iniziative collaterali: proiezioni di film, mostre fotografiche e di pittura, concerti aperitivo nei locali e nelle piazze del centro e sul lungomare. Di particolare rilievo saranno i concerti della sezione “Young Jazz”, di cui saranno ospiti musicisti emergenti: l’iniziativa prevede anche la collaborazione con Puglia Sound, nell’ambito di un progetto inserito nella rete dei festival nazionali aderenti all’Associazione I-Jazz.

Adriano Pedini, patron del Fano Jazz by The Sea

Adriano Pedini, patron del Fano Jazz by The Sea

Fano Jazz By The Sea, e ora anche gli eventi legati all’International Jazz Day, sono parte delle numerose iniziative promosse da Fano Jazz Network, la cui attività interagisce ormai da tempo con altre importanti realtà culturali e imprenditoriali del territorio. Si segnalano, in proposito, il “Concorso di idee e creatività innovativa”, per la progettazione e realizzazione di una campagna di comunicazione per la promozione del Festival, rivolto agli studenti dei corsi di Laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi Di Urbino “ Carlo BO”, e il protocollo d’intesa con ESATOUR, uno dei più importanti Tour Operator attivi nella promozione dei maggiori festival musicali italiani ed europei.