Greta Berardi

“Ho 8 anni e ho scritto il mio primo libro”, la storia di Greta Berardi

19 aprile 2016 // di // Comments

Fano (PU) – Si chiama Greta Berardi, ha una gran passione per la lettura e la scrittura, e tra pochi giorni presenterà alla Mediateca Montanari il suo primo libro. Fin qui nulla di strano, se non fosse che Greta, la scrittrice in questione, deve ancora compiere 9 anni (è nata il 21 giugno 2007) e frequenta la terza elementare alla scuola Montessori di Fano. Una passione smisurata quella di Greta che un bel giorno, con stupore della famiglia, si è “chiusa” in camera dicendo alla mamma “Vado a scrivere un libro”.

“Greta ha una gran passione per la lettura – spiega la mamma, Daniela Santi –, è capace di leggere oltre dieci libri in meno di un mese, ma quando ha manifestato la volontà di scriverne uno di suo pugno io e mio marito pensavamo che scherzasse”.

Invece Greta non scherzava affatto e in pochissimo tempo ha creato “Il compleanno perfetto”, un libro di narrativa per ragazzi che racconta la storia di Viola, una bambina alle prese con l’organizzazione della propria festa di compleanno in piscina che però deve fare i conti con svariate difficoltà, prima fra tutte il trasloco che stanno per compiere i propri genitori.

Il libro, edito da Arduino Sacco Editore di Roma, sarà a breve disponibile in alcune librerie di Fano, anche se l’obiettivo di Greta, di mamma Daniela e di papà Francesco non è mirato solamente alla vendita: “Ovviamente – conferma la mamma – ci farebbe piacere se il testo fosse apprezzato e richiesto, ma per prima cosa vogliamo portare all’attenzione dell’opinione pubblica il fatto che, per i nostri giovani, non esistono solo videogiochi, telefonini e computer, ma è possibile far maturare in loro anche altre passioni e talenti. Sono contenta di aver portato Greta in biblioteca fin da piccola contribuendo così alla nascita in lei della passione per i libri, anche se non mi aspettavo che questo interesse arrivasse a livelli simili. Quando ho letto ‘Il compleanno perfetto’ – conclude – sono rimasta a bocca aperta e ho provato a contattare qualche casa editrice per cercare di far diventare realtà il sogno di mia figlia”.

Oltre ai libri, Greta ama molto pattinare e disegnare, non a caso l’immagine in copertina, una maglietta che risulterà poi determinante ai fini della storia, è una sua creazione.