samuele sabatini

I 101 perchè sulla storia delle Marche. Il libro di Samuele Sabatini è in libreria

2 Gennaio 2019 // di // Comments

Urbania (Pesaro e Urbino) – Perché Michelangelo è il padre della Casciotta? Perché Costanzo Felici era così fissato con le insalate? Perché le schede del conclave di Alessandro VII non sono state bruciate? Sono solo alcuni dei “101 perché sulla storia delle Marche che non puoi non sapere”, titolo del libro scritto da Samuele Sabatini pubblicato dalla Newton Compton Editori, uscito in libreria da pochi giorni.

Il volume racconta, partendo da curiosità, aneddoti e leggende, la storia di luoghi, personaggi, monumenti, piatti tradizionali e prodotti tipici, aree archeologiche e ambientali, dell’intera regione Marche. Attraverso i cento uno perché è possibile scoprire una varietà infinita di luoghi rimasti incontaminati, che suscitano tante domande, alle quali questa guida intende trovare risposte, accompagnando il lettore in un viaggio alla scoperta della storia delle Marche. Un percorso stimolante durante il quale emergerà, ad esempio, perché Federico da Montefeltro venne immortalato di profilo; perché un fallo si erge sul campanile di Ascoli o perché si dice “meglio un morto in casa che un marchigiano fuori della porta”.

Marchigiano doc, Samuele Sabatini è giornalista professionista, nato a Urbania. Ha scritto per testate come Il Resto del Carlino, Il Messaggero, Adnkronos. Lavora da anni in Rai: è autore del programma Sereno Variabile, che proprio in questi giorni ha festeggiato i suoi 40 anni di vita entrando nel Guinness dei Primati come programma più longevo della televisione italiana. Nella sua vita professionale ha collaborato alla realizzazione di molti programmi televisivi come Linea Verde, Uno Mattina e La Vita in Diretta, che lo hanno portato a girare l’Italia. Per questo, ha ampie conoscenze di viaggi e itinerari culturali storici e ambientali, nell’agroalimentare, usi e costumi nazional-popolare, tendenze legate al benessere naturale e psicofisico, storie umane.

“Da nord a sud le Marche sono state un vero crocevia di storia e storie. Raccontarle tutte è impossibile. Difficile selezionarle –racconta Sabatini- Spesso difficile lo è ancor di più scoprirle: merito della ritrosia dei marchigiani che sembra vogliano tenersi celati e ben custoditi i loro tesori. Forse per questo l’animale simbolo è il picchio, che bussa insistentemente sui tronchi, come fossero porte, per entrare in casa di questo popolo, al fine di scoprirne il loro passato. Questa è una metafora, perché il picchio in realtà è stato la guida che condusse i Piceni a colonizzare queste terre che, solo in un secondo momento, presero il nome di Marche”.

Duro dunque il compito, anche per chi è marchigiano doc, di sapere tutto o quello che c’è di più curioso e originale sulla storia di questa regione, giustamente declinata al plurale per le sue tante e molteplici sfaccettature segnate dal corso dei secoli. Così, scavando nel passato, da quello più recente fino agli inizi della Terra, si scopre che le Marche di storia ne hanno da vendere.

Il passaggio del tempo e con sé delle diverse forme di vita, lo si scorge all’aria aperta e sottoterra. Luoghi, paesaggi, monumenti, oggetti, persone e personaggi, prodotti e piatti, documenti e opere d’arte, si ritrovano tutti insieme, a testimoniare i vari periodi artistici e culturali, senza tralasciare quelli sociali ed economici, che segnano e testimoniano la grandezza delle Marche: ieri, come oggi.

“In queste pagine leggerete racconti che vi potranno sembrare a volte fantastici o inverosimili. Può essere –sottolinea l’autore- Di fatto, però, le risposte ai 101 perché sulla storia delle Marche ci possono arrivare incredibilmente anche da una leggenda, il nome di un piatto tipico o da un personaggio minore, come un giovane contadino che per un incontro fortuito, grazie a una grande dose di curiosità e tanta voglia di sperimentare, si inventa un’attività rivoluzionaria che cambierà per sempre il volto di uno sconosciuto borgo di provincia. Aneddoti e curiosità stanno alla base delle varie vicende, che offrono lo spunto per un vero itinerario alla scoperta di una terra poco conosciuta. Dall’appennino al mare, scendendo le valli, come un fiume, ci si apre un mondo nascosto ma ricco di storia. Non mi resta che augurarvi: buon viaggio!”

Il libro è in vendita in tutte le librerie al costo di € 12,90.