“In Comune” si presenta: “Società civile, donne e comunità straniere, una lista di rinnovamento”

15 Aprile 2019 // di // Comments

Fano (PU) – Sono 23 le candidate e i candidati della lista “In Comune” che questa mattina si sono presentati alla stampa. Una lista civica composta dal 60% di persone alla prima esperienza di candidatura per la competizione elettorale, il 44% sono donne e il 56% uomini. Prima esperienza, ma con alle spalle tanto tempo speso attraverso l’associazionismo e attivismo per la città. Una candidata della lista, Ileana Gava, è espressione della comunità rumena, mentre un candidato, Pietro Sanesi, di quella musulmana. Tutti hanno sottoscritto al momento dell’accettazione della candidatura, il programma di “in Comune”, frutto di assemblee e forum tematici che nei mesi di novembre e dicembre 2018, hanno coinvolto oltre 3000 cittadini e cittadine. “Questa lista – ha spiegato il candidato sindaco Massimo Seri -, è il giusto mix tra esperienza e innovazione. Persone come Samuele Mascarin e Carla Luzi, hanno fatto tesoro di 5 anni di governo, durante il quale hanno fatto proposte innovative e combattuto diverse battaglie. Oggi si presentano con una lista  rinnovata”. “Abbiamo scelto di dare vita a un gruppo ampio, plurale, inclusivo che per le prossime elezioni amministrative si propone a quanti si riconoscono in una Fano democratica e solidale – dichiara il portavoce Simone Uguccioni -. Capace di coniugare cultura di governo e radicalità di proposta e iniziativa, in grado di cambiare e innovare i linguaggi comunicativi e le pratiche partecipative, pronta a offrire una valida opportunità di impegno politico e di scelta elettorale alle cittadine e ai cittadini fanesi che si pongono in più netta alternativa al razzismo, alla xenofobia, al populismo delle nuove destre. “Difesa dei servizi pubblici a partire da quelli educativi e sociali, Aset pubblica, maggiori risorse e investimenti per gli spazi di cultura e socialità a partire dalla Mediateca Montanari e dalla Biblioteca Federiciana, tutela dell’ambiente e sviluppo sostenibile, mobilità dolce ed economia circolare, il completamento del nuovo Parco Urbano entro 5 anni: sono gli impegni sulla base dei quali abbiamo scelto di sostenere Massimo Seri come candidato a Sindaco”. “La domanda che i cittadini ci rivolgono più spesso – ha aggiunto Samuele Mascarin – è se riusciremo ad evitare che la Lega governi la città. In questi 40 giorni che mancano, metteremo tutte le nostre energie ed impegno per evitare, come è avvenuto a livello nazionale, di avere una città governata dalla peggiore destra”. “Tra le altre cose – ha aggiunto Carla Luzi – c’è anche il desiderio di conoscere realtà diverse che vivono nel nostro territorio. Questa non è una cosa che si improvvisa ma alle spalle ci sono mesi e mesi di incontri. Per questo abbiamo deciso di accogliere culture e realtà diverse all’interno della nostra lista”. “A proposito di accoglienza – ha concluso il primo cittadino -, la differenza tra noi e la destra si vede anche dagli slogan. Loro si promuovono con frasi come ‘adesso asfaltiamo noi’, un messaggio che ci sentiamo di contrastare sotto tutti i punti di vista. Noi preferiamo abbracciare le persone e non asfaltarle”. Ecco i 23 candidati: Samuele Mascarin, 38 anni; Carla Luzi, 60 anni; Luciano Ardò, 66 anni; Marco Bartoli, 26 anni; Francesco Battisti, 53 anni; Niccolò Bonci Del Bene, 41 anni; Rita Carnaroli, 64 anni; Anna Rita Cartolari, 66 anni; Sebastiano Daquino, 66 anni; Barbara Falcinelli, 44 anni; Daniele Falcioni, 45 anni; Ileana Gava, 43 anni; Donatella Giuliani, 60 anni; Lanfranco Mancini, 57 anni; Cristina Manzoni, 54 anni; Francesca Morenzetti, 54 anni; Paola Pacassoni, 58 anni; Federico Pierleoni, 30 anni; Giulia Pierluca, 74 anni; Petro Sanesi, 40 anni; Eugenio Schiavo, 71 anni; Lorenzo Tufano, 35 anni; Emiliano Urso, 44 anni.