La Polizia di Stato incastra la banda dei distributori

22 febbraio 2017 // di // Comments

Fano (PU) – E’ finita con una manovra da film che ha portato all’arresto di tutta la banda, la serata criminale di 5 rumeni specializzati in furti ai danni di distributori di carburante. Il sodalizio criminale in questione aveva già da un po’ di tempo attirato l’attenzione dei poliziotti nel Lazio, in particolare della Squadra Mobile di Rieti. Agenti che hanno iniziato a seguire tutti i movimenti della banda fino ad arrivare al 20 febbraio scorso quando,i malviventi hanno imboccato la strada che li ha portati in territorio fanese.Il gruppo ha poi fermato la propria marcia all’Ip di Metaurilia per un rapido “Rifornimento”. Peccato però che i banditi non erano interessati al carburante, bensì alle banconote contenute all’interno della torretta del Self Service e che sulle loro tracce si erano già messi gli agenti del commissariato di Fano coordinati dal dirigente Stefano Seretti e dalla squadra mobile di Pesaro, allertati dai colleghi di Rieti.

Non essendosi accorti di essere pedinati, l’autista ha nascosto la Bmw lungo la strada, e un secondo componente della banda si è posizionato per fare il palo, mentre i restanti 3 malviventi hannoiniziato a lavorare sulla torretta del Self Service. Dopo aver divelto la struttura dalla quale si seleziona la pompa di benzina, I ladri hanno poi aperto il tubo che conduce alla cassetta sotterranea che contiene le banconote. Con una paletta artigianale in plastica lunga 80 centimetri (fatta della stessa consistenza degli schiacciamoschendr) sopra la quale avevano installato della potentissima carta biadesiva, sono riusciti a prelevare 1830 euro. Spaventati poi dall’arrivo di un’auto della vigilanza, i 3 hanno abbandonato il distributore e passando per i campi circostanti, hanno raggiunto l’auto che nel frattempo li attendeva nei pressi dell’autostrada.

Recuperato anche il palo, sono entrati in A14 direzione Nord. Nel frattempo ben 3 auto della polizia, hanno continuato a pedinare la Bmw fino al casello di Pesaro,dove sono entrati in azione. L’auto della mobile di Rieti, ha superato repentinamente il mezzo dei malviventi, passando per il casello di destra e si è posizionata davanti alla macchina per bloccargli il passaggio, mentre le altre due auto si sono schierate rispettivamente a destra e dietro la Bmw. Circondati, i ladri non hanno più avuto scampo anche se hanno accennato una leggera resistenza serrando le portiere. È stato necessario rompere il lunotto posteriore per costringere la banda ad aprire l’auto e consentire così l’arresto da parte degli agenti. I cinque uomini, con numerosi precedenti tra cui anche azioni violente come rapine in villa, sono stai portati alla casa circondariale di Villa Fastiggi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.