il passaggio del testimone dall'azienda Mariotti all'azienda Morelli durante la Quinta tappa della Staffetta del Bianchello 2015

La “Staffetta del Bianchello” fa il tutto esaurito: boom di partecipanti per la tappa fanese/FOTO

9 Luglio 2015 // di // Comments

Fano (PU) – Sold out anche per la quinta tappa della “Staffetta del Bianchello” che si è svolta ieri sera all’Azienda Claudio Morelli di Fano. Circa 100 appassionati del buon vino e del buon cibo hanno partecipato all’appuntamento ideato da Sara Bracci, dell’associazione Ambasciatore Territoriale dell’Enogastronomia con il contributo di Ais Marche e Ais Urbino e Montefeltro, che accompagna i visitatori nelle cantine produttrici di Bianchello della provincia.

La serata di ieri ha visto la partecipazione della blogger di Giallo Zafferano Federica Gelso Giuliani che ha elaborato una ricetta estiva d’ispirazione medievale, la “Zuppa di fagioli dell’occhio e farro dicocco” da abbinare al Bianchello del Metauro Doc “BorgoTorre” dell’Azienda Claudio Morelli.
Il piatto, gustoso ed equilibrato, è stato servito agli ospiti della Staffetta, nel giardino de Le Terrazze di Roncosambaccio, subito dopo la camminata organizzata da Camminando Monti e Valli che dall’azienda di viale Romagna ha portato gli appassionati di Bianchello fino alla vigna collocata a Roncosambaccio.

A ricordare le radici storiche del Bianchello è stata poi “Dall’epoca dei templari all’era dei Blogger: Il Bianchello e le abitudini alimentari” la conferenza dell’enogastronomo Ettore Franca a cui è seguito il passaggio di testimone, una bottiglia di vino, dall’ultima cantina visitata, la Mariotti Cesare di Montemaggiore al Metauro, a quella della serata in corso appunto la Morelli.

Gli appuntamenti della Staffetta del Bianchello 2015 proseguono con la sesta tappa di domenica 12 luglio che giungerà all’azienda Cignano di Isola di Fano. Dalle 19 gli ospiti saranno accolti in azienda con un calice di Irrequieto, Spumante Extra Dry abbinato a frutta fresca. Dalla cantina si partirà per la passeggiata di circa 700 m per raggiungere la collina Vitata di Cignano. La quota di partecipazione di 15€ comprende la degustazione di 4 vini e il piatto con le cose buone del territorio pensato da Roberto Dormicchi di Triglia di Bosco. Il calice di vetro rimarrà come ricordo della serata a ciascun partecipante. Una volta in collina, Bianco Assoluto, SanLeone e Sottovento saranno serviti freschi in abbinamento al piatto Triglia di Bosco, composto da insalata di farro ,crostino al pomodoro e basilico, salumi, formaggi e verdure grigliate. Per i vegetariani lo chef proporrà un’insalata di champignon radicchio e rucola; per tutti non mancheranno i cestini di crescia al rosmarino , crescia alla cipolla e pane e una sorpresa preparata da Fabio e Annibale. Le musiche di accompagnamento alla serata sono curate dagli amici del Mandolino e Stefano Grottoli.
La prenotazione, obbligatoria, dovrà pervenire entro sabato mattina 11 luglio al numero 338.6324688 indicando nome, numero di persone, vegetariani e bambini.