Lega: “Sassonia tra incuria e panchine rotte. Che fine ha fatto il progetto WaterFront”

15 Luglio 2020 // di // Comments

Fano (PU) – “La situazione del lungomare di Sassonia desta preoccupazione e sdegno da parte dei cittadini”. A sostenerlo è il gruppo consiliare della Lega Fano che ha presentato oggi un’interrogazione “per un tratto la cui situazione è di  elevato degrado e sotto gli occhi di cittadini e turisti che continuano a lamentare la sua incuria”.

“Inutile la presentazione – si legge in una nota -, avvenuta a novembre 2019, del progetto di riqualificazione del lungomare ‘WaterFront’ che ha aperto l’ennesimo tavolo di lavoro della nostra città. E’ ormai evidente che oltre alla manutenzione straordinaria, che manca da anni, ad oggi è assente anche la semplice manutenzione ordinaria (panchine rotte e pericolose, giochi per bambini rovinati, rosa dei venti dimenticata)”.

Proprio per questo motivo i consiglieri comunali della Lega Fano interverranno in consiglio comunale per chiedere se è intenzione dell’amministrazione comunale attivarsi velocemente, considerando che la stagione estiva, seppur nelle incertezze dovute all’emergenza di quest’anno, è già a metà del suo percorso.

“Ciò si rende necessario per rendere meno pericoloso il tratto di lungomare – conclude il Carroccio -, molto frequentato in questo periodo, e garantire la pulizia dell’area e la sistemazione delle strutture e delle aree in stato di fatiscenza”.

Inoltre, nella stessa interrogazione, la Lega Fano chiede lumi sulle intenzioni dell’amministrazione comunale in merito ad interventi alla riqualificazione del lungomare Sassonia, e a che punto è il progetto di idee WaterFront presentato ufficialmente ma di cui non si hanno più notizie.

(Foto tratta dal gruppo Facebook “La Fano che ci piace o non ci piace”)