Mirisola annuncia querele nei confronti degli esponenti del centro destra

17 Aprile 2019 // di // Comments

Fano (PU) – Il botta e risposta tra Stefano Mirisola ed il centro destra provocherà una scia legale annunciata dall’ex coordinatore di FI. “Intanto ci sono degli esponenti politici che hanno confermato la mia versione (Mirisola si riferisce a dichiarazioni di Cucuzza e Baldelli riportate da altre testate, ndr) sugli accordi che erano stati presi prima della campagna elettorale ‘sbugiardando’ chi affermava il contrario. Questa è una brutta pagina per la politica fanese ed una gran caduta di stile per il centrodestra. Gli anonimi firmatari di un documento scritto per bullizzare e cannibalizzare chi si è chiamato fuori sul personale, infatti, non sono rimasti sul piano delle opinioni politiche ma sono scesi sul personale, portandomi a dare tutto in mano agli avvocati per difendermi da accuse infamanti. Un intento diffamatoria gratuito ed aggravato dal fatto che alcuni esponenti della coalizione hanno perpetrato le offese sui social. Questo è il livello di chi si propone di amministrare la città, un livello in cui prevale astio, egocentrismo ed risposte infantili al posto che parlare di programmi e tematiche cittadine. Se questo deve essere il dibattito politico, che Dio ce ne salvi e liberi. Rinunciando a promesse di ruoli e poltrone, per coerenza e dignità ma soprattutto per non tradire i miei ideali, salto con serenità questa tornata elettorale lasciando spazio a chi per la città non ha mai fatto nulla (né da amministratore né da semplice cittadino); a chi della politica ha fatto un mestiere; a chi dei valori e ideali ha fatto a meno per cambiare casacca pur di avere un ruolo. Io ora aspetto i risultati del 26 maggio – prosegue Mirisola – confermando che seppure non potrò mai votare a sinistra per non tradire i miei ideali, non potrò però nemmeno dare il mio voto a chi non mantenendo la parola con i propri alleati di sicuro non potrà mantenerla con i cittadini. Concludo ringraziando chi con telefonate, messaggi e strette di mano mi ha dimostrato solidarietà e stima. Mi ha stupito la provenienza: non solo da amici ed elettori ma anche compagni di squadra e avversari, gente che ha sempre riconosciuto in me i valori di lealtà, coerenza e serietà. Spero con questo intervento di mettere la parola fine ad una polemica che si è spostata su temi e toni che ai cittadini non interessano. Parliamo piuttosto di programmi presenti e futuri”.