Quale mobilità sostenibile per le nostre valli?, incontro con il Movimento a 5 Stelle a Fano

Mobilità nella vallata del Metauro: se ne parla stasera con il Movimento a 5 Stelle

26 Maggio 2015 // di // Comments

Fano (PU) – “Quale mobilità sostenibile per le nostre valli?” è il titolo dell’incontro dedicato al tema della mobilità nella vallata del Metauro promosso questa sera, ore 21, in via Nolfi 166, dal Movimento 5 Stelle di Fano.

“Questo tema – dicono i pentastellati – è stato trattato contrapponendo, forse al fine di celare il vero obiettivo, due idee di mobilità sostenibile. Noi crediamo fortemente che la risposta sia quella di una mobilità integrata, pubblica, sostenibile e solidale. Una politica della mobilità rispettosa dell’ambiente e rivolta alla realizzazione di qualità urbana si intreccia necessariamente con scelte urbanistiche di salvaguardia del territorio e deve essere basata sull’utilizzo di infrastrutture leggere e di spazi vivibili per pedoni e ciclisti. C’è un’idea che non ha mai attecchito in Italia, quella che se investi nella mobilità investi nel futuro dei territori, creando sviluppo e producendo ricchezza”.

“In questa chiave vediamo possibile il ripristino della tratta ferroviaria dismessa ‘Fano – Urbino’, nell’ottica del riutilizzo in chiave moderna di infrastrutture esistenti e di pubblica utilità, alla luce anche di nuovi progetti avanzati da associazioni e cittadini. Tramite la realizzazione di piccole opere pubbliche quali il ripristino di tracciati dismessi che possono diventare metropolitane di superficie a costi molto contenuti (i 50 km della Fano Urbino costerebbero all’incirca quanto sono costati 5,4 km di terza corsia autostradale) è possibile realizzare un sistema capillare che favorisca la mobilità dolce ed ecologica, in stretto connubio con una rete di piste ciclabili locali dei vari comuni tra loro connesse che creino un sistema ciclabile generale, capillare e, dove possibile, alternativo al percorso carrabile”.

“L’utilizzo inoltre di strade di campagna scarsamente frequentate opportunamente collegate permetterebbe una perfetta modalità di interscambio tra treno, bici e autobus, offrendo un servizio a valore aggiunto che una sola modalità di trasporto non potrebbe offrire”.

Presenti all’incontro i candidati consiglieri per la Regione Marche della Provincia di Pesaro e Urbino.