“Non accetteremo passivamente le decisioni”. Commercianti contro l’aumento dei parcheggi

13 Dicembre 2019 // di // Comments

Fano (PU) – Com’era prevedibile, i commercianti non hanno digerito le novità sui parcheggi ipotizzate dal Comune.  A scatenarsi sono Confcommercio città di Fano, CNA  Fano e Cooperativa Alberghi Fano che tornano anche sul tema della possibile pedonalizzazione del centro storico sempre anticipata nei giorni scorsi dall’assessore alla Qualità Urbana, Fabiola Tonelli definendola “incoerente”.

“Parlando del rilancio del centro storico – scrivono – l’assessore disegna futuristici cambiamenti della viabilità e poi alla prima occasione, anziché elaborare progetti di nuovi parcheggi o di parcheggi scambiatori per aumentare il numero di posti auto, la prima cosa che fa è unicamente quella di aumentare il numero di stalli a pagamento e contestualmente aumentare i costi dei parcheggi stessi.

Questo significa danneggiare inevitabilmente il commercio in generale è quello del centro storico in particolare poiché il cittadino vedendosi aumentare i costi indiretti per effettuare i propri acquisti inevitabilmente se ne andrà altrove. L’assessore Tonelli evidentemente non conosce il termine concertazione, non partecipa ai tavoli democratici e soprattutto ha l’arroganza di imporre le proprie decisioni.

Non siamo disposti e non permetteremo di giocare sul futuro dei nostri figli e delle nostre attività”. Non solo centro storico ma anche la zona mare nel quale da giugno a settembre sarà indetta l’Area Stagionale soggetta a parchimetro, che, secondo i firmatari della nota, preoccuperebbe e non poco gli operatori turistici. “Tutto questo – concludono Confcommercio, Cna e Albergatori – ci fa pensare che chi sta dietro queste scelte non ha la più pallida idea della differenza tra il governare una città o amministrare un condominio. Non abbiamo intenzione di subire passivamente e l’amministrazione è bene che lo sappia”.