Piscina Dini&Salvalai, chiusura prolungata solo per migliorare i servizi

by / Comments / 139 View / 20 aprile 2018

Fano (PU) – La piscina Dini&Salvalai è chiusa da martedì e lo sarà probabilmente fino alla fine della prossima settimana. Un tempo maggiore rispetto a quello preventivato dalla società che ce l’ha in gestione, l’Asd Fanum Fortunae Nuoto, che sulla pagina facebook aveva parlato di 3-4 giorni.

Questo dilungarsi non convince Fratelli d’Italia secondo cui “qualcosa non quadra. Su 8 mesi – scrive il coordinatore fanese, Stefano Pollegioni – siamo già a circa un mese di chiusure e ogni volta si torna alle solite. Intanto a rimetterci sono i giovani e bambini iscritti alle società sportive di nuoto che pagano la prevista retta in un luogo che non da più certezze”.

A spegnere subito ogni polemica è la stessa Asd Fanum Fortunae Nuoto: “Non c’è assolutamente nulla di losco – spiega il presidente, Giorgio Andrea Ricci -. Abbiamo semplicemente deciso di svolgere più lavori rispetto a quelli che avevamo inizialmente preventivato e questo inevitabilmente comporta tempi più lunghi. Abbiamo svuotato la vasca e sanificato i filtri. Abbiamo pulito la vasca principale e quelle di compenso con un prodotto specifico e ora stiamo provvedendo al riempimento della vasca stessa. Una volta completata questa operazione, l’acqua sarà sanificata ed effettueremo le analisi per verificare che i parametri siano nella norma”. La prassi prevede poi che la società di gestione invii le analisi all’Asur che a sua volta provvederà ad effettuare delle controanalisi.

Ecco spiegato dunque il perché della chiusura, imputabile esclusivamente a migliorare l’impianto e di conseguenza l’attività degli sportivi fanesi.”Siamo stati noi stessi – conclude Ricci – ad inviare una Pec ad Asur e Comune nel quale informavamo che i parametri si stavano avvicinando ad una situazione critica e quindi avremmo preferito intervenire. Una volta iniziati i lavori abbiamo deciso di effettuarne anche degli altri così da evitare un’altra chiusura tra qualche mese. Se tutto andrà senza intoppi, entro la fine della prossima settimana dovremmo riaprire”.

“Affogate” sul nascere dunque le polemiche anche se Pollegioni esorta l’amministrazione ad intervenire: “E’ il caso -scrive – che l’amministrazione si faccia carico nei confronti della città e intervenga per capire cosa sta succedendo all’interno di quella struttura”.

“Non sta succedendo assolutamente nulla – replica l’assessore allo Sport Caterina Del Bianco -. La scelta precauzionale fatta dal gestore è stata condivisa insieme all’amministrazione. Si tratta di una chiusura di pochi giorni a fronte di un sostanziale miglioramento della qualità del servizio a favore della cittadinanza”.