Più suolo pubblico gratuito per tutti i commercianti: c’è l’ok del consiglio comunale ma il M5S protesta

20 Maggio 2020 // di // Comments

Fano (PU) – Continua il percorso avviato dall’amministrazione per agevolare gli esercizi commerciali durante la ripartenza. Dopo l’approvazione delle linee di indirizzo avvenuta nello scorso consiglio comunale, ieri l’assise ha deliberato delle modifiche riguardanti il regolamento degli arredi urbani, del suolo pubblico (fino al 31/12) consentendo a tutti i bar e ristoranti di “uscire” all’esterno del proprio locale senza un aggravio dal punto di vista della tassa di occupazione di suolo pubblico.

“Questo provvedimento – spiegano gli assessori Cucchiarini e Lucarelli – metterà nelle condizioni gli uffici tecnici comunali di valutare scrupolosamente caso per caso per arrivare velocemente a trovare le condizioni per permettere un ampliamento di occupazione in modo gratuito. In questo modo si concede l’opportunità a baristi e ristoratori di recuperare quei tavolini che, per via del distanziamento sociale, altrimenti andrebbero persi”.

E’ bene ricordare che il Governo nel Decreto Rilancio deroga il pagamento della Tosap fino a fine ottobre ma non specifica con che fiscalità, in pratica impone ai Comuni di non incassare la tassa e di coprire l’ammanco di bilancio con altre risorse che poi saranno restituite solo in parte alle amministrazioni.

“Il messaggio chiaro e rassicurante che vogliamo mandare ai commercianti – concludono gli assessori – è che possono allargarsi gratuitamente con modalità che andranno concordate insieme all’amministrazione che in tal senso ha già avviato i lavori per la definizione delle pratiche per concedere le autorizzazioni. Chi ne avesse necessità può prendere contatti con gli uffici preposti”.

La possibilità di usufruire di suolo pubblico è da intendersi estesa anche a tutte le altre attività economiche.

Alla soddisfazione dell’amministrazione comunale fa da contraltare la delusione del M5S che si è vista bocciare tutti e 4 gli emendamenti proposti alla delibera e che nello specifico riguardavano la proroga della deroga per l’occupazione del suolo pubblico oltre il 31/12/20, al possibilità di estendere l’esenzione anche alle attività che ne facessero richiesta per la prima volta, eliminare il limite del raddoppio dell’area occupabile e la possibilità di rimborso di tutta la Tosap.

“Il sindaco – ha scritto Marta Ruggeri sul suo profilo Facebook al termine del consiglio – non mette neppure un euro a carico del bilancio comunale per ampliare la platea dei beneficiari agli altri commercianti e per prolungare almeno fino al 31/12/2020 il periodo di esenzione per tutti e per l’intera area richiesta, come avevamo chiesto con i nostri emendamenti”.