Regionali: domenica si vota dalle 7 alle 23

29 Maggio 2015 // di // Comments

Fano (PU) – Sono 50.229 i cittadini fanesi che domenica 31 maggio sono chiamati ad esprimersi sul rinnovo del consiglio regionale. Di questi 24.115 sono uomini mentre 26.114 sono donne. I neo elettori sono 528 di cui 276 ragazzi e 252 ragazze. I seggi dove potersi recare sono 67 distribuiti su tutto il territorio comunale.

I votanti più anziani sono due donne di 104 anni e quelli più giovani sono due ragazze che compiranno il diciottesimo anno di età sabato 30 maggio. Si voterà solamente domenica dalle 7 alle 23. Per quanto riguarda le modalità, l’elettore può votare per una delle liste provinciali e per uno dei candidati a presidente collegato alla lista scelta, oppure solo per il candidato a presidente senza indicare il voto di lista. In tal caso si intende infatti validamente espresso anche a favore della coalizione alla quale il candidato a Presidente è collegato.

Si può anche votare solo una lista provinciale. In tale caso il voto si intende espresso anche a favore del candidato a presidente collegato. Nella scheda si può indicare la propria preferenza scrivendo il cognome (il nome va precisato in caso di omonimia) di uno dei candidati a consigliere regionale compreso nella lista provinciale scelta. E’ nullo il voto disgiunto, cioè espresso a favore di una lista provinciale e di un candidato a presidente non collegato alla lista stessa.

I dati sull’affluenza alle urne, relativi alle ore 12, 19 e 23 di domenica 31 maggio, e i risultati degli scrutini saranno consultabili anche attraverso il sito www.interno.gov.it e elezioni.interno.it. Per sapere i risultati invece si dovrà attendere il pomeriggio di lunedì 1 giugno.

I nomi dei cinque candidati presidenti sono: Gian Mario Spacca: in lizza per la terza volta, dopo avere rotto con il centrosinistra, è sostenuto dalla coalizione Area Popolare che comprende Marche 2020, la lista civica di Spacca, Nuovo Centrodestra e Udc, e da Forza Italia. È dal 2005 il governatore della Regione Marche; Luca Ceriscioli, ex sindaco di Pesaro, del Pd, sostenuto da Pd, Uniti per le Marche e Popolari Marche-Udc. Gianni Maggi, candidato del Movimento 5 Stelle; Edoardo Mentrasti (Altre Marche-Sinistra Unita), il candidato di sinistra, che in questa regione ritrova l’unità di Sel e Rifondazione Comunista; Francesco Acquaroli con la coalizione Centrodestra Marche (Fdi-An e Lega)