Sanità e “amnesie”, la Lega replica al M5S: “Ci battiamo da sempre per il Santa Croce”

4 Dicembre 2018 // di // Comments

Fano (PU) – Appena annunciata la propria candidatura a sindaco, Lucia Tarsi è stata accusata dal Movimento 5 Stelle di “scarsa onestà intellettuale” sul tema sanità. A prendere le sue difese oggi è la Lega, forza politica che fa parte della coalizione che ha individuato nella professoressa fanese il soggetto per indossare la fascia tricolore alla prossima tornata elettorale. “Il movimento cinque stelle  – si legge in una nota – attacca la Tarsi dicendo che della sua coalizione era l’unica a far parte del comitato Santa Croce ma si scorda, a proposito di peccati di amnesia, che ne faceva parte un rappresentante della Lega di allora e che quest’ultima si è sempre battuta e si batterà sempre per la salvaguardia dei diritti dei cittadini e per la loro salute”. Pare quindi che sia proprio iniziata la campagna elettorale, quanto meno tra Movimento 5 Stelle e centrodestra: “La salute dei cittadini va salvaguardata – prosegue la nota – anche per questo abbiamo in questi mesi appoggiato con forza la persona che rappresenti al meglio questa istanza. Se questo è il livello di contenuti che vogliono portare avanti nella campagna elettorale, ‘io c’ero tu no, o forse sì’, fanno bene ad agitarsi, perché la sterile polemica non basterà come risposta ai bisogni dei cittadini di Fano. Che la scelta a candidato sindaco di Lucia Tarsi per la coalizione di centrodestra avrebbe rovinato il sonno e le giornate dei due schieramenti politici avversari si era capito già ben prima del momento della sua investitura – conclude – ma ora come Lega ci vien da dire che di questo passo a qualcuno servirà proprio l’assistenza medica di cui rivendica il primato della difesa”. Sull’argomento interviene anche Fano Città Ideale, lista civica di appartenenza proprio di Lucia Tarsi: “Rileviamo con un sorriso la nota del consigliere comunale M5S Hadar Omiccioli. Come ‘Comitato per la Difesa del Santa Croce’ ci preme a questo punto fare un po’ di chiarezza; il comitato è nato nel 2010 da un gruppo di cittadini (tra cui si annoverano parecchi medici e personale sanitario) che in maniera del tutto apolitica ha iniziato a riunirsi per esaminare da un punto di vista tecnico quanto la regione iniziava a far trapelare circa malcelate intenzioni di azzerare il nostro nosocomio a beneficio del famoso ‘mostro’ Marche Nord. E’ necessario – conclude la nota – un atteggiamento di responsabilità perché la battaglia per il nostro ospedale non diventi pretestuosa ai fini puramente elettorali; siamo ad un passo dalla svolta e occorre la compattezza di tutte le forze politiche”.

(nella foto Alessandro Brandoni della Lega Fano)