Scogliere, attacco di Boris Rapa al vicesindaco Fanesi: “Ancora una volta si è dimenticato di Pontesasso”

12 Dicembre 2019 // di // Comments

Fano (PU) – Attacco a gamba tesa del consigliere regionale Boris Rapa nei confronti del vicesindaco Cristian Fanesi, il giorno dopo la presentazione del progetto per le scogliere di Metaurilia e le buone notizie annunciate per quelle di Sassonia: “Oltre a non aver convocato l’Associazione Oasi Confartigianato promotrice del progetto – scrive – , cosa di per sé già grave, si è completamente dimenticato, ancora una volta, di Pontesasso, Torrette, Arzilla e Gimarra. Fano ha 22 km di costa, da Fosso Sejore a Pontessasso e tutte devono avere stessa dignità e stessa attenzione. Per l’ennesima volta nessun cenno sulla zona di Pontesasso, una delle più colpite dall’erosione e dalle ultime eccezionali mareggiate, dove quasi tutti gli stabilimenti sono in forte difficoltà e almeno un paio, come la Islamorada (spiaggia dei cani) e la Primasecca, completamente cancellati”.

“In considerazione del fatto che la Regione Marche ha dato parere favorevole per l’intervento di Pontesasso dal 07/05/2019 per un importo di circa 200.000 ed ha addirittura, con decreto n. 25 del 05/03/2019, liquidato l’anticipo di euro 31.889,18; diviene inaccettabile che le pratiche per l’avvio dei lavori siano ancora ristagnanti sui tavoli del Comune, quando al contrario agli stessi si poteva dar inizio già da diversi mesi. L’estate è alle porte, tra 4/5 mesi avrà inizio la stagione e non si possono lasciare gli operatori balneari in questo stato di abbandono, senza nessun tipo di risposta concreta. Non è immaginabile che il comune di Fano non compartecipi con almeno 100.000 euro per il progetto di Pontesasso. I tempi delle parole sono finiti, servono soluzioni ed opere immediate, per salvaguardare tutti gli operatori turistici del comune, periferie comprese. Auspico – conclude Rapa – che l’Assessore convochi il prima possibile tutti gli operatori balneari per spiegare la reale situazione”.