Si riaccendono i riflettori sulla fotografia fanese ed italiana

7 Luglio 2020 // di // Comments

Fano (PU) – Nel mese di luglio, finalmente, si riaccendono i riflettori sulla fotografia fanese e italiana. Come? Ovviamente per merito di Centrale Fotografia che, grazie al suo presidente Marcello Sparaventi e alla sua smisurata passione e impegno, nonostante le restrizioni, ha continuato a lavorare incessantemente per regalare alla città spazi e mostre fotografiche. “Il nostro festival – spiega Sparaventi -, si teneva solitamente a giugno alla Rocca Malatestiana. Questo non è stato possibile ma abbiamo continuato in questi mesi a lavorare per promuovere il lavoro di ricerca attraverso i canali digitali e social. Per l’estate 2020 l’associazione ha previsto tre importanti appuntamenti, che vedono la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, il Patrocinio della Regione Marche, del Comune di Fano”.

Sabato 11 luglio 2020 ore 21.30 si svolgerà all’aperto presso la ‘Corte del nespolo’ a Palazzo Bracci Pagani, in corso Matteotti n. 97, un evento molto interessante dove si vedranno immagini e si dialogherà di cultura fotografica e visiva, con l’evento “Fano e Lucera / Dinamiche sulla Fotografia”. Esperti d’arte e della fotografia interverranno con il pubblico per poter presentare la Preview di “Centrale Festival 2021”, che nel corso dei suoi primi dieci anni Centrale Festival ha accolto artisti già affermati all’interno del panorama artistico internazionale e li ha presentati al pubblico attraverso un intenso programma di dibattiti, conferenze e tavole rotonde. I luoghi delle mostre allestite negli anni hanno fortemente caratterizzato la programmazione espositiva, interessando in particolare alcuni spazi storici di Fano, come la Rocca Malatestiana diventata uno dei luoghi simbolo della manifestazione.

Con la undicesima edizione la formula si e rinnovata, dal 2019 infatti Centrale Festival si rivolge a giovani artisti internazionali Under 30 selezionati tramite Open Call, sottolineando in questo modo la volontà di ampliare l’interesse e di portare avanti ricerche emergenti in stretto legame con la contemporaneità. Nel 2020 a giugno la manifestazione si è fermata a causa del Covid-19, ma lo staff ha lavorato a stretto contatto con gli artisti provenienti da ogni regione d’Italia e dall’estero, che hanno ugualmente candidato le loro opere per sottoporle al nostro comitato di selezione.

I progetti espositivi sono stati visionati da Laura Davi (photo editor indipendente e giornalista), Maurizio Finotto (regista e docente all’Accademia di Belle Arti di Bologna), Federica Fiumelli (curatrice indipendente, giornalista e social media manager), Arianna Sollazzo (curatrice indipendente co-fondatore di Invertebre), Gabriele Tosi (curatore indipendente, co-dirige Localedue). Dalla selezione nasceranno cinque mostre curate direttamente dai componenti del comitato, più altre occasioni espositive sulla fotografia e la video-arte, che verranno di mostrate durante le giornate inaugurali della dodicesima edizione (11-12-13 giugno 2021).

Nella serata dell’11 luglio 2020 verranno anche presentate le due mostre estive che si svolgeranno nella città strettamente legate a “Centrale Festival”:

-La prima mostra si intitola“La fotografia si manifesta a Fano dal 2009 / I manifesti di Centrale Festival in mostra” presso il “Caffè Centrale” di Fano, in corso Matteotti n. 104, con la grafica di Elisabetta Duchi direttore creativo Omnia Comunicazione, il testo di presentazione di Paola Gennari e la cura di Marcello Sparaventi; un esposizione dove attraverso i manifesti originali vengono sintetizzate 11 edizione del festival con la direzione artistica di Luca Panaro, le immagini di rilevanti artisti internazionali come Marina Ballo Charmet, Olivo Barbieri, Fabrizio Bellomo, Botto e Bruno, Giuseppe Cavalli, Daniela Comani, Matteo Cremonesi, Mario Cresci, Cuoghi Corsello, Paola De Pietri, Paola Di Bello, Andrea Galvani, Mario Giacomelli, Robert Gligorov, Adrian Paci, Fabio Sandri, Alessandra Spranzi, Davide Tranchina, Franco Vaccari, Paolo Ventura.

La seconda mostra si intitola “Strada Real Castello – Un libro d’artista del fotografo Paolo Talevi e gli scritti dello storico Giuseppe Trinucci”, in esposizione presso “CentralEdicola”, uno nuovo Spazio espositivo in piazza Amiani a Fano che si trova adiacente al “Caffè Centrale”, sede storica dal 2009 dell’Associazione culturale “Centrale Fotografia” la quale in collaborazione con “ A.F. News” l’edicola di piazza Amiani, organizzerà in modo continuativo nelle vetrine, mostre dedicate alla fotografia.

“Finalmente parliamo di fotografia – ha sottolineato l’assessore alla Cultura, Caterina Del Bianco -. Centrale Fotografia non si ferma e anche per quest’anno, nonostante tutto, è riuscita a mettere in piedi degli appuntamenti interessanti e originali. Per la prima volta infatti, in un momento in cui gli spazi per forza di cose devono essere rivisti, anche la fotografia si appropria di scorci inusuali come l’edicola di piazza Amiani. Una bellissima idea che sono sicura verrà apprezzata anche dai cittadini fanesi”.