Studenti fanesi scendono in piazza in difesa dell’ambiente

11 Marzo 2019 // di // Comments

Fano (PU) –  Gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Fano: Nolfi-Apolloni, Torelli e Polo3 venerdì 15 marzo sciopereranno come in tante altre città del mondo, per dire basta ai cambiamenti climatici.  “Vogliamo affrontare l’indifferenza generale scioperando e scendendo in piazza – spiega in una nota il portavoce dell’evento Matteo Mariotti -, facendo sentire la nostra voce per combattere questa piaga che sta distruggendo il nostro pianeta. La nostra generazione ha davanti una lunga vita e saremo i primi a doversi preoccupare seriamente dei problemi di questo mondo malato.

La vita della Terra non è infinita e tantomeno le sue risorse, il destino di essa è nelle nostre mani. Noi studenti siamo e saremo sempre in prima fila quando si parlerà di ambiente! Perciò venerdì 15 marzo gli studenti di ogni istituto si incontreranno davanti alla propria sede e poi tutti insieme confluiranno in piazza XX settembre per un momento di raccoglimento generale a cui è invitata tutta la cittadinanza”. “A chi ci chiederà perché protestiamo e perché scendiamo in piazza – continua Mariotti a nome degli studenti delle scuole fanesi -, rispondiamo che non lo facciamo per noi stessi, ma per l’intera comunità, che deve rendersi conto della situazione drammatica che il nostro ecosistema sta vivendo.

Dobbiamo essere portavoce di questa lotta, poiché abbiamo il dovere di proteggere la nostra Terra e di porre rimedio agli errori commessi dalle generazioni precedenti. Crediamo nel rispetto, nella salvaguardia e nella tutela del pianeta e ci opporremo alle politiche volte solamente all’aumento della ricchezza monetaria e al danneggiamento dell’ambiente. Ci muoveremo anche a livello territoriale, infatti stiamo predisponendo una lettera con alcune richieste che leggeremo in piazza, volte a migliorare l’ecologia scolastica e locale. Invito anche tutti i ragazzi e ragazze a spostarsi a piedi o in bicicletta, a non buttare le cicche di sigarette per terra, a utilizzare il meno possibile plastica usa e getta e non sprecare acqua; per dare il buon esempio e per essere coerenti con quanto detto, perché il cambiamento prima do chiederlo deve avvenire prima di tutto da ognuno di noi.

In sintesi, il programma sarà il seguente: Ore 8:00 ritrovo davanti le sedi scolastiche, nelle quali si terrà un momento di raccoglimento tra studenti; ore 9:15 partenza a piedi in direzione di piazza XX settembre; ore 9:30 ritrovo in piazza XX settembre e inizio manifestazione insieme alla cittadinanza.