Tartufo, angeli e solidarietà: Sant’Angelo in Vado ha acceso il suo Natale

10 Dicembre 2018 // di // Comments

Sant’Angelo in Vado (PU), – Una cerimonia contenuta, nel rispetto delle vittime della tragedia di Corinaldo alle quali è stato tributato un lungo e commosso applauso che ha anticipato di qualche secondo l’accensione dell’albero posto all’inizio di Corso Garibaldi che ha dato il via ufficiale al Natale vadese.

A Sant’Angelo in Vado ha preso il via “Il Natale degli Angeli”, manifestazione inserita all’interno del programma del “Tartufo tutto l’Anno”  che ha visto la cittadina dell’Alta valle del Metauro dare vita ad una serie di iniziative che si ripeteranno poi nei week end del 15-16 e 22-23 dicembre.

Un’inaugurazione nel segno della solidarietà quella vadese: subito dopo l’accensione delle luci, infatti, sono stati consegnati alle cooperative La Macina e Labirinto i proventi del pranzo di beneficienza che si è tenuto lo scorso 4 novembre e che ha visto ai fornelli Giulia Brandi, finalista di Masterchef. Un pranzo che è servito per raccogliere 1.000 euro che saranno destinati all’acquisto di beni di utilità.

A consegnare gli assegni sono stati il sindaco Gianalberto Luzi, l’assessore al Turismo e Tartufo Romina Rossi e Valter Colonesi, presidente della cooperativa Villa Fastiggi Pesaro che insieme all’amministrazione comunale da due anni organizza questo momento solidale all’interno della Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche che quest’anno ha teso la mano a due realtà locali che lavorano con i bambini e gli anziani, due categorie che soprattutto a Natale meritano tutta l’attenzione e l’affetto possibile. La grande partecipazione all’evento benefico dimostra la grande sensibilità di un territorio sempre attento alle questioni solidali e la spinta della cooperativa Villa Fastiggi Pesaro è stata fondamentale anche quest’anno per mettere in moto una macchina che ha garantito un contributo importante alla comunità vadese.

A far da sottosfondo al Natale degli Angeli ci ha pensato il cantautore fanese Luca Vagnini che con il suo variegato repertorio, accompagnato dal maestro Danilo Lovino, ha scaldato il pubblico con cover di cantanti famosi e brani inediti.

Prima e dopo il concerto di Vagnini, Corso Garibaldi è stato teatrodel mercatino natalizio dove anche nei prossimi week end troveranno spazio produttori locali con specialità del territorio e dove saranno protagonisti i bambini grazie alle letture di “Mamma Natale” che si tengono proprio a fianco della casetta dove i piccoli possono consegnare le loro letterine che saranno recapitate direttamente a Santa Claus.

La giornata di domenica 9 dicembre si è poi chiusa con il “Tradizionale fuoco della Madonna di Loreto” organizzato a Campo Monti dagli scout Agesci di Sant’Angelo in Vado.

Ma se Sant’Angelo in Vado per questo Natale ha deciso di fare le cose in grande il merito è anche dei commercianti del posto ai quali è spettato il compito di aprire il week end sabato 8 dicembre con “Il Natale a Moda Nostra”, una sfilata organizzata appunto dai commercianti in collaborazione con l’istituto comprensivo Della Rovere di Urbania.

10 modelle e altrettanti “baby indossatori” hanno calcato la passerella allestita lungo il corso sulle note scelte da Radio Esmeralda che ha trasmesso in diretta l’evento che ha fatto da apripista ai canti natalizi del coro della parrocchia in Letitie e allo show cooking di chef Roberto Poggiaspalla che ha fatto degustare a Palazzo Mercuri il piatto con cui ha trionfato al contest riservato ai ristoratori locali “La Tradizione è Servita”.