Ultimo weekend di tregua per il Fano Rugby prima delle grandi sfide per la B

5 Febbraio 2020 // di // Comments

Fano (PU) – Scorre veloce la sabbia nella clessidra che segna il tempo che separa il Fano Rugby dall’esordio nei play-off di C1, nei quali i rossoblù debutteranno infatti domenica 16 febbraio. Non si conosce però ancora il nome dell’avversario che terrà a battesimo i ragazzi allenati da Walter Colaiacomo e Franco Tonelli, inseriti in un gruppo che comprende pure Fi.Fa. Security UR San Benedetto, Pescara Rugby, Lyons Piacenza, Reno Rugby Bologna e Rugby Noceto. Le prime due sono già state compagne di viaggio dei fanesi nella regular season, mentre le ultime tre sono le qualificate dell’altra poule del girone E.

“Ad inizio stagione come società avevamo chiesto alla squadra di proseguire sul solco della precedente – traccia un primo parziale bilancio stagionale il presidente Giorgio Brunacci – L’obiettivo in sostanza era quello di conquistare il pass per i play-off, anche perché nel nostro campionato non esiste una fascia cuscinetto e di conseguenza chi non accede alla poule promozione è costretto a disputare i play-out per non retrocedere. Vincendo nove partite su dieci e chiudendo la regular season in testa alla classifica i ragazzi sono andati oltre le aspettative, dando tutti un contributo significativo. Nel corso delle giornate sono state infatti schierate formazioni diverse, ma nonostante questi cambiamenti c’è sta continuità di prestazioni e di risultati. Dopodiché, come si dice, l’appetito vien mangiando. Adesso che siamo in ballo, balliamo. Siamo consapevoli di affrontare degli avversari ben equipaggiati ed in alcuni casi anche con delle realtà blasonate alle spalle, però questo deve rappresentare uno stimolo in più e non suscitare un timore reverenziale”.

E’ invece ripresa con slancio l’attività del settore Minirugby, che ha portato le sue formazioni a Pesaro per il primo raggruppamento del 2020. “Tra Under 8, 10 e 12 avevamo in campo oltre una quarantina di bambini – riferisce soddisfatto il coordinatore Jacopo Barattini – Si sono viste tantissime buone cose e grande affiatamento di squadra, che poi è quello che più ci preme nei piccoli assieme all’aspetto del divertimento e del rispetto degli altri”.

Il forfait di Ascoli ha al contrario un po’ scompaginato i piani dell’Under 14 guidata da Alessandro Gasparini e Francesco Collacchi, comunque riuscita a giocare una gara ufficiale grazie alla presenza dei pari età fermani. Lo scorso weekend è inoltre scattata la fase Interregionale per l’Under 16 API, franchigia nata dalla partnership tra Fano Rugby e Falchi Montecchio. La compagine condotta dai tecnici Annunzio Subissati, Alessandro Bussaglia ed Andrea Nucci è stata sconfitta a Jesi per 33-3 e proverà a riscattarsi domenica, dalle ore 11 al “Falcone-Borsellino” coi toscani del Ghibellini Rugby. “E’ una esperienza importante per i nostri giovani – osserva ancora Brunacci – Misurarsi a certi livelli li forgia e in prospettiva futura ci sono prospetti davvero interessanti”.

Alle 12:30 sullo stesso terreno duelleranno poi i rossoblù di Angelo Proietti e Macerata, per il secondo appuntamento della 2^ Fase Interregionale Under 18.