Accoltella l’ex marito della compagna, arrestato 54enne di Tavernelle

3 Ottobre 2018 // di // Comments

Tavernelle di Colli al Metauro – “C’è un uomo a terra sanguinante  e vicino a lui un altro uomo col coltello in mano”. La telefonata arrivata domenica sera ai carabinieri di Fano è iniziata più o meno così. L’episodio di cronaca si stava consumando a Tavernelle dove sul posto si è prima recata una pattuglia della stazione di Cagli ed immediatamente dopo il comandante della stazione di colli al Metauro.

La storia comincia da lontano, da quando cinque anni fa, una donna si separa dal marito. La coppia ha due figli di cui, ad oggi, uno minorenne ed una maggiorenne che, inizialmente vanno a vivere con la mamma per poi trasferirsi dal padre. Proprio la gestione dei figli crea numerosi problemi. La donna va a vivere con il nuovo compagno e questo complica ulteriormente i rapporti fatti di frequenti sfuriate telefoniche e messaggi di fuoco. Ben presto viene coinvolto anche il nuovo compagno che entra in pesante contrapposizione con l’ex marito.

Domenica sera l’epilogo quando l’ex marito comprende che il figlio è rimasto incustodito a casa. Chiama la moglie per chiedere spiegazioni, chiama la figlia maggiorenne che era in giro con il fidanzato ed infine, ormai fuori di se ma consapevole dello stato di alterazione chiama il fratello per farsi accompagnare dalla ex moglie.

La figlia con il fidanzatino raggiunge la mamma in casa preavvisandola dell’arrivo del padre. La trova a terra ferita in quanto, per lo stato di agitazione, aveva fatto cadere un vaso a terra tagliandosi. Il nuovo compagno, sapendo dell’imminente arrivo dell’ex, scende in strada per attenderlo accompagnato dal fidanzatino. Dopo qualche minuto di frenetica attesa l’uomo risale in casa ed afferra un coltello da cucina esclamando “lo porto con me perché lui mi vuole ammazzare e mi voglio difendere” per poi scendere nuovamente.

Appena sceso arriva in auto l’ex marito accompagnato dal fratello. Con il mezzo ancora in movimento scende e si dirige verso il nuovo compagno il quale gli sferra una coltellata all’addome. I due iniziano una colluttazione rotolandosi a terra per accorgersi solo dopo della ferita. L’ex, a terra, urla “ho le budella di fuori”. A quel punto le urla richiamano l’attenzione dei vicini e vengono allertati i soccorsi ed i carabinieri. Ricostruita la vicenda, i militari, traggono in arresto in flagranza di reato M.B. 54enne del posto per tentato omicidio e porto abusivo di arma da taglio.

L’aggredito è stato operato d’urgenza all’ospedale di Pesaro riportando una prima prognosi di 30 giorni per “ferita penetrante dell’addome per eviscerazione”. Ieri il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, nell’attesa si celebri il processo ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari negando l’autorizzazione ad assentarsi per motivi di lavoro.