Bocce, en plein San Cristoforo tra big in campo e vertici federali in tribuna

by / Comments / 144 View / 11 Novembre 2019

Fano (PU) – Non capita tutti i giorni che gli alti vertici federali presenzino ad una manifestazione e quando questo accade significa che si sta facendo un ottimo lavoro. E un ottimo lavoro la bocciofila San Cristoforo lo sta facendo dal 1969, anno della fondazione e momento che ha dato il via ad una storia gloriosa fatta di vittorie sportive ma anche di tanti iniziative dal valore etico e sociale che ieri sono state riconosciute dalla Federazione Italiana Bocce presente nell’impianto di Via Castelfidardo nelle persone del presidente Giunio De Sanctis e del vice Moreno Rosati.

Nell’ambito dei festeggiamenti appunto per il 50esimo compleanno, la bocciofila presieduta da Paolo Marchionni  ha organizzato il “Trofeo del Cinquantenario”, gara nazionale Elite, vale a dire riservata alle categorie A ed  A1 con un montepremi di oltre 3.500 euro, quindi di parecchio superiore rispetto ad una gara nazionale standard.

A spuntarla è stato il riminese Marco Moretti (Montegridolfo) che in finale ha avuto la meglio per 10-8 su Massimo Quercetti della bocciofila Bar Cardelli, autore a sua volta di un’impresa in semifinale quando aveva sconfitto il campione europeo Gianluca Manuelli, fanese in forza alla bocciofila Rubierese di Reggio Emilia. Moretti invece si era imposto su Sauro Petrelli di Montesanto Macerata.

Ricchissimo il parterre di autorità presenti: oltre ai dirigenti nazionali Fib, hanno preso parte alla manifestazione anche il presidente Fib Marche Corrado Tecchi, il presidente Coni Marche Fabio Luna, il delegato provinciale Gianluca Simoncini, il commissario tecnico della nazionale Giuseppe Pallucca e l’amministrazione comunale, con i testa il sindaco Massimo Seri accompagnato dagli assessori Caterina Del Bianco e Dimitri Tinti.

E proprio l’amministrazione ha donato al presidente Marchionni una targa ricordo per i 50 anni di attività e per l’impegno del sodalizio fanese nei confronti delle fasce più deboli come dimostra l’attività legata agli ai diversamente abili che ha portato San Cristoforo a vincere nel recente passato diversi titoli italiani Fib/Fisdir.

Riconoscimento anche da parte della Fib nazionale che ha donato alla bocciofila i gagliardetti ufficiali e al presidente Marchionni la nuova spilla della federazione.