Città a misura di bambino, Fano capofila di un progetto Europeo

20 Febbraio 2020 // di // Comments

Fano (PU) – Si ritroveranno venerdì in Sala della Concordia tutti i soggetti facenti parte del progetto europeo Wonder – Child-Friendly Destinations (n.1090), di cui Fano è Comune capofila, mirato alla creazione di città a misura di bambino e che vede coinvolti vari stati europei che con il tempo si stanno adattando a determinati standard per quanto riguarda la pianificazione urbana degli spazi e dei servizi.

Il progetto, finanziato nell’ambito del Programma ADRION – Interreg VB”,  ha come obiettivo la trasformazione della Regione Adriatico-Ionica in un’area sempre più a misura di bambino. A tal fine, dieci partner provenienti da 6 paesi diversi collaboreranno con l’obiettivo di rendere le città incluse nel progetto sempre più vivibili e “child-friendly” in termini di tutela ambientale, servizi offerti e partecipazione cittadina.

Grazie a Wonder – Child-Friendly Destinations (n.1090), non solo i Comuni miglioreranno il loro livello di coesistenza urbana, ma sarà l’intera Regione ad aumentare il proprio grado di attrazione e competitività turistica grazie alla disposizione di un’offerta adatta a tutti.

Tra le attività proposte dal progetto ci sono l’identificazione di buone pratiche ed il conseguente sviluppo di linee guida che permettano alle città di diventare maggiormente a misura di bambino.

Wonder – Child-Friendly Destinations (n1090), nasce dalla constatazione che i minori debbano essere maggiormente inclusi nelle attività di policy-making, e che il baricentro di questa “ rivoluzione partecipativa”debba partire dai Comuni. In ambito locale, infatti, si possono sperimentare delle modalità innovative di coinvolgimento attivo, grazie alla compartecipazione di autorità locali, enti di formazione, aziende private e media.

Al primo tavolo di lavoro previsto per venerdì alle 9 in Sala della Concordia (aperto solo per addetti ai lavori), oltre ai rappresentanti del Comune di Fano, ufficio città delle bambine e dei bambini, ci saranno tutti gli altri attori coinvolti : Comune di Cervia (IT); Comune di Velenje (Slovenia); Organizzazione del Turismo di Herceg Novi (Montenegro); Comune di Acaia (Grecia); Osservatorio per i Diritti dei Bambini e dei Giovani (Albania) ; Comune di Novigrad (Croazia); Centro di Sviluppo Novo Mesto (Slovenia); Agenzia di Sviluppo del Comune di Dubrovnik (Croazia); Comune di Preveza (Grecia).

A giocare un ruolo da protagonista saranno anche i consiglieri del consiglio dei bambini che oggi pomeriggio accoglieranno le delegazioni straniere alla Corte Malatestiana per poi farle assistere alle celebrazioni del giovedì grasso.

La sera stessa e la sera successiva, i baby consiglieri accompagneranno i componenti del progetto a cena in due ristoranti della città che hanno acquisito il titolo di “ristorante a misura di bambino”, altro elemento questo che caratterizza il progetto. Sabato mattina invece, prima di ripartire, è prevista una visita guidata della città anche in questo caso tenuta dai piccoli consiglieri che utilizzeranno le guide da loro stesse redatte lo scorso anno.