Come risparmiare in azienda: consigli per gli imprenditori

7 Ottobre 2020 // di // Comments

Fano (PU) – Quando si fa impresa è sempre il caso di puntare un occhio al guadagno, e l’altro al risparmio. I costi possono infatti diventare molto deleteri per il fatturato di un’azienda, e alcune volte per la sua stessa sopravvivenza, soprattutto se non si fa molta attenzione agli sprechi. Ed è proprio su questo aspetto che si gioca la parte più importante della partita: di conseguenza, anche al più attento degli imprenditori, può far comodo un prontuario per alzare l’asticella del risparmio in azienda.

Occhio alle utenze: per prima cosa, è importantissimo valutare con cura le spese relative alle utenze. Spesso le tariffe sono alte e quindi risulta poi molto difficile risparmiare sugli sprechi energetici, visto che il problema si trova a monte. Il consiglio, dunque, è di cercare anche direttamente sul web tra le offerte di energia per l’azienda online quelle più interessanti e adatte al proprio fabbisogno.

Attenzione agli sprechi energetici: dopo aver trovato una tariffa conveniente, arriva il momento di ridurre gli sprechi energetici. Ciò vuol dire installare le lampadine a LED al posto di quelle a incandescenza, e intervenire anche sugli sprechi idrici, installando nei servizi i riduttori di flusso.

No alla carta, sì alla dematerializzazione: i consumi di carta portano un danno doppio, sia all’ambiente che al bilancio delle aziende. Per tagliare questo costo e per fare un favore anche al pianeta è possibile sfruttare le nuove tecnologie e il digitale, dematerializzando gli archivi e convertendoli in formato elettronico.

Acquistare dispositivi ricondizionati: gli uffici impongono dei costi molto elevati, sempre se si resta in tema di tecnologia. Si fa ad esempio riferimento ai computer e alle stampanti, insieme a tutti gli altri device indispensabili per lavorare. Qui è possibile risparmiare acquistando i prodotti ricondizionati, che costano di meno e che sono ugualmente affidabili.

Fare un’analisi dei costi aziendali: spesso il vero problema non è tanto intervenire sugli sprechi, ma individuarli. In tal senso si consiglia di ingaggiare un esperto in analisi dei costi aziendali, che saprà di sicuro portare alla luce tutte le voci da tagliare. È vero che si tratta di un’ulteriore spesa, ma è un investimento che saprà ripagarsi con gli interessi, date le opzioni di risparmio sul lungo termine che comporta.

L’opzione dello smart working: il lavoro agile, oramai entrato nella quotidianità di quasi tutte le aziende, è un’ulteriore opzione per risparmiare. Di conseguenza, si suggerisce di adottare quanto prima la modalità dello smart working, ad esempio per abbattere i consumi energetici in azienda.I consigli visti oggi sono solo alcuni degli esempi più calzanti, ma le vie per risparmiare in azienda sono molto più numerose. Di contro, è importante che l’imprenditore capisca la necessità di porre un freno agli sprechi e ai costi inutili, per la salute della propria impresa.