Fano e Rastatt dopo l’emergenza: lavorare insieme per mantener vive le tradizioni

20 Luglio 2020 // di // Comments

Fano (PU) – È stato un incontro piacevole ed interessante quello tenutosi questa mattina tra i presidenti dell’Ente Carnevalesca di Fano, Maria Flora Giammarioli, dell’associazione KNG che organizza il Carnevale di Rastatt, Michael Weber, e di Amici Senza Frontiere di Fano, Massimiliano Barbadoro.

Weber ha infatti approfittato del suo soggiorno in città, dove viene spesso a trascorrere le vacanze con la moglie, per salutare i rappresentanti di queste due realtà fanesi con le quali i gemellati tedeschi collaborano da tanti anni e confrontarsi con loro e l’amministrazione comunale per programmare future iniziative da condividere nei limiti delle restrizioni imposte dalla pandemia da Covid-19.

In Germania si sa già che l’edizione del Carnevale 2021 salterà per via del rischio di ulteriore diffusione del Coronavirus, come d’altronde è stato annullato in tutto il Paese per il 2020 uno degli eventi più sentiti e partecipati qual è l’Oktoberfest. A Rastatt stanno però mettendo in cantiere degli appuntamenti tesi, seppur in forma ridotta, a mantenere vive certe tradizioni. Di qui anche il coinvolgimento degli amici di Fano, coi quali il legame è forte e di vecchia data.

Preziosa in questo senso è stata la presenza anche in funzione di traduttrice di Simona Rabbi (nella foto di gruppo insieme anche al consigliere dell’Ente Carnevalesca Emanuele Galli), conosciutissima in quella zona del Baden-Württemberg per essere in prima linea nel fortunato progetto sulla disabilità Foresta Nera-Mare Blu avviato nel 1999 su impulso dell’italiano residente a Rastatt Paolo Carosa e portato avanti da Servizi Sociali del Comune di Fano (con in testa Gianni Collina) e dell’associazione tedesca Lebenshilfe.