Gibam Virtus: riprendere subito la giusta strada. Domenica al Palas Allende c’è l’Uni Trento

5 Dicembre 2019 // di // Comments

Fano (PU) – Brucia ancora in casa Gibam la sconfitta patita a Motta di Livenza, ma i virtussini hanno la possibilità di rifarsi ospitando domenica (ore 18) al Palas Allende gli universitari dell’Uni Trento.
La compagine di Conci ha un solo punto in più dei fanesi dopo il 3 a 1 rifilato a Civitanova e vuole cercare continuità proprio in terra marchigiana: “Ritengo si sia conclusa la fase di rodaggio da parte di tutte le squadre – afferma coach Radici – anche Trento ha ormai una propria identità e cercherà di farla valere anche contro di noi. Hanno un paio di elementi interessanti che potrebbero darci fastidio, ma la Gibam è in crescita”.

C’è grande equilibrio nel girone, anche se si è creato un “buco” in fondo la classifica: “E’ un girone molto equilibrato – ribadisce il coach di Città di Castello – molte squadre hanno rose importanti (leggi Cuneo, Motta, Porto Viro), ma i veri valori non sono ancora usciti fuori. Ci sono tre compagini staccate, ma non conta nulla. Basta una giornata di campionato per ribaltare la situazione. Bisogna sudarsi ogni vittoria, nulla è scontato. Al momento l’obiettivo principale è quello di portare a casa più punti possibili cercando di concretizzare al massimo le qualità che hai nella rosa”.

Coach Radici non nasconde il desiderio di rifarsi proprio domenica contro Trento, dopo il passo falso di Motta: “Certamente – risponde sicuro il coach virtussino – brucia ancora dentro la sconfitta di sabato scorso, anche perché eravamo riusciti a raddrizzare la sfida. Poi nella quarta frazione un episodio ci ha notevolmente penalizzato dando coraggio alla squadra avversaria. Archiviata la sconfitta, vogliamo tornare a fare punti mantenendo quello spirito positivo che ha contraddistinto fino ad ora il campionato della Gibam”.Per quanto riguarda le news di squadra, Tallone dovrebbe aver smaltito un attacco influenzale avuto ad inizio settimana e dovrebbe essere regolarmente in campo. Dalla sponda Unitrento attenzione ad Alessandro Michieletto e Sergio Poggio che, nei fondamentali di attacco e battuta, potrebbero dare fastidio.