I maestri carristi, anima e cuore del Carnevale di Fano

31 Gennaio 2018 // di // Comments

Fano (PU) – Fabbri, artigiani, pittori, vignettisti, ingegneri, innamorati del Carnevale. Citarli uno per uno sarebbe impossibile anche se davvero se lo meriterebbero, perché sono loro il cuore e il motore della manifestazione più importante della regione. Stiamo parlando dei maestri carristi che da ottobre, fino all’inizio delle sfilate, donano anima e corpo all’evento, lavorando da mattina a sera in un vero e proprio cantiere, con spazi insufficienti e con le fatiche che tutto questo comporta. Maestranze che stanno purtroppo scomparendo, poiché sono poche in Italia le persone veramente specializzate in questo mestiere.

Cantieri come una seconda casa insomma per le oltre 50 persone, tra carristi, collaboratori e volontari, che si trasferiscono fisicamente per tante ore al giorno, ai capannoni dove si realizzano i giganti di cartapesta. Anche se quest’anno l’attenzione mediatica si è concentrata sul maestoso carro “La Calunnia è un venticello”,  dedicato al maestro Gioacchino Rossini, realizzato dall’associazione Carristi Fanesi di Ruben Mariotti su bozzetto di Pierluigi Piccinetti, vere e proprie opere d’arte sono state realizzate anche nella ideazione e costruzione degli altri carri.

Fantagruel, associazione diretta da Giovanni Sorcinelli, con il supporto di “Gommapiuma per caso” e Paolo Furlani, ha infatti realizzato Pesce Azzurro Show, carro commissionato dall’omonima azienda fanese, realizzato sul bozzetto di Mauro Chiappa. Un’opera di grande impatto. apprezzatissimo dal pubblico del Carnevale. Il carro del Pesce Azzurro si è distinto per satira, colori e per la pregevole fattura con la quale è stato realizzato. Altro grande protagonista  di questa edizione del Carnevale di Fano è  El Vulón, sempre realizzato dall’associazione Fantagruel, su bozzetto di Mauro Chiappa il quale, dopo tantissimi anni, ha riportato, col suo tratto d’artista,  la maschera ufficiale dell’evento su un carro. La stessa associazione ha seguito, in alternanza scuola/lavoro, la realizzazione del carro “I giovani: motore e colore del mondo”, realizzato in collaborazione con il Liceo Nolfi/Apolloni su bozzetto dello studente Lorenzo Furlani.

Non solo Rossini insomma, il Carnevale di Fano, ha un’anima fatta di passione, professionalità e impegno: i Maestri Carristi.