Il Mondiale Superbike approda in Spagna. Marco Gaggi può dare una svolta al suo campionato

12 Agosto 2020 // di // Comments

Fano (PU) – Metti una tra le piste più complicate del panorama motociclistico, un esordiente assoluto su quel tracciato e giusto all’approccio del Mondiale Superbike categoria Supersport 300 ed un incidente subito quando non era stato ancora completato il terzo giro della seconda sessione di prove.

Difficile con queste premesse per Marco Gaggi poter staccare il pass per partecipare alle due gare in agenda sul circuito portoghese di Portimao, dove la carovana della Superbike si è spostata proveniente dalla Spagna una settimana dopo l’appuntamento inaugurale di Jerez de la Frontera.

Il sedicenne pilota fanese del team spagnolo Yamaha Machado-CAME ha poi provato invano a risalire la china nel terzo ed ultimo turno, ma i postumi della botta ricevuta per una manovra azzardata di un rivale olandese non lo hanno certo aiutato a compiere l’impresa e purtroppo lo hanno frenato anche nella competizione di ripescaggio.

Solo pacche sulle spalle quindi pure stavolta per lui, che pur pagando lo scotto del noviziato sta riscuotendo apprezzamenti dagli addetti ai lavori considerata anche la sua giovane età.

“Vedo il bicchiere mezzo pieno, ma non mi basta – commenta Marco Gaggi, portacolori della città di Fano e testimonial dell’Associazione Amici Senza Frontiere – Gli apprezzamenti fanno sempre piacere e aiutano, però non posso accontentarmi e dovrò cercare di far più possibile tesoro di queste esperienze per iniziare a togliermi delle soddisfazioni in gara. Mi conforta il fatto che nella Lasta Chance Race, ovvero la competizione di ripescaggio, dopo un leggero contatto alla prima curva che mi ha distaccato di un paio di secondi dal gruppo di testa poi ho avuto un bel passo. Peccato, perché potevo essere della partita in una pista incredibile tra le più affascinanti e difficili al mondo”.

L’opportunità per dare una svolta a questa avventura iridata gli si presenterà il 29 e 30 agosto ad Aragon, dato che a MotorLand ha già corso l’anno scorso nell’European Talent Cup del CEV ed effettuato dei test ad inizio stagione in sella alla nuova moto. 

Lì si gareggerà anche il 5-6 settembre, mentre salvo cambi di programma legati ai nuovi focolai di Coronavirus il 19-20 settembre sarà di scena a Barcellona ed a seguire il 3 e 4 ottobre a Magny Cours in Francia ed il 7 e 8 novembre nella nostra Misano.