Monologhi e narrazioni: nei giardini della MeMo c’è Memorabilia

2 Luglio 2018 // di // Comments

Fano (PU) – Il fresco dei giardini Amiani con tanto di nuovo impianto audio e video ospiterà per il terzo anno consecutivo la rassegna Memorabilia, quattro incontri letterari  destinati, come dice il sottotitolo dell’evento, a lasciare il segno. Dal 5 luglio e per i successivi tre giovedì, sempre alle 21.30, si alterneranno con la regia della MeMo e dell’associazioni Rapsodia di Emiliano Visconti, i massimi esponenti della letteratura italiana per una manifestazione che ha saputo col tempo ritagliarsi uno spazio importante e che, dati alla mano, porta pure fortuna.

Nelle due precedenti edizioni, infatti, uno dei partecipanti è poi risultato vincitore del Campiello, premio letterario italiano che viene assegnato annualmente a un’opera di narrativa italiana edita nell’anno di riferimento. Ad aprire la rassegna sarà Roberto Mercadini, monologhista e poeta romagnolo che con le sue performance emozionali è in grado di far passare il pubblico dalle risate al pianto in stretto giro di posta. Tema del monologo Moby Dick, che fu poi il tema di Memorabilia 2017.

La narrazione della Grecia antica sarà invece al centro dell’intervento del 12 luglio del fanese Cesare Sinatti che dopo aver partecipato da spettatore alle edizioni passate, quest’anno sarà protagonista con il suo libro “La splendente”.

Le dinamiche del mondo contemporaneo tra realtà utopica e distopica saranno raccontante il 19 luglio da Veronica Raimo mentre chiudere la rassegna sarà Fabio Stassi, autore molto amato a Fano e da poco in libreria col suo ultimo titolo “Ogni coincidenza ha un’anima”, un finto giallo che ormai è un marchio di fabbrica dello scrittore romano.