Oltre 5mila euro donati alla comunità e ai produttori di Castelsantangelo sul Nera

17 Gennaio 2017 // di // Comments

Fano (PU) – Un intervento solidale doppio: due come le associazioni che l’hanno ideato e reso concreto, due come le “categorie” al quale era rivolto. Si è svolta questa mattina la cerimonia conclusiva dell’iniziativa “Un Natale pro terremotati” organizzata dalla Cooperativa sociale Il Pino e da APiTO Marche, in collaborazione con la Proloco Fanum Fortunae e il Comune di Fano che ha portato “nelle casse” del Comune di Castelsantangelo sul Nera la somma di 5.500euro.

Il piccolo comune in provincia di Macerata presieduto dal fanese Mauro Falcucci è stato tra i più colpiti dal sisma di agosto e ottobre 2016, e quest’iniziativa, unita ad altre messe in campo dalla città di Fano, non può che riempire di gioia il sindaco stesso, presente questa mattina per la consegna simbolica dell’assegno: “Se da un lato c’è la triste consapevolezza che le Marche, durante queste catastrofi, sono spesso dimenticate – ha detto Falcucci – dall’altro c’è la gioia per avere dei concittadini come quelli fanesi che non perdono occasione per far sentire la loro vicinanza. Stiamo provando a rialzarci, ma il gelo e la neve di questi giorni non ci stanno aiutando. Il paese è praticamente deserto, ci sono rimasti 5/6 allevatori, qualche volontario e noi del Comune che svolgiamo attività burocratiche. La priorità ora è dare un tetto a quelli che erano gli ospiti della Casa di Riposo. Vogliamo e dobbiamo ripartire anche perché, so che è paradossale dirlo, ma siamo quasi dei ‘miracolati’ per non aver avuto vittime nonostante le varie scosse”.

Dopo la scossa del 24 agosto e quella successiva del 26 ottobre, infatti, l’intero paese è stato evacuato e l’evento sismico di magnitudo 6.5 del 30 ottobre non ha dunque provocato morti. Tutti i dettagli dell’iniziativa solidale sono stati spiegati da Roberto Ansuini, presidente della Cs Il Pino e di APiTO: “Siamo andati personalmente ad Arquata del Tronto e San Severino Marche – spiega Ansuini – dove abbiamo comprato 2mila euro di generi alimentari dai produttori locali (formaggi, salumi, ecc.) che poi abbiamo rivenduto in Corso Matteotti e sotto i Gabbuccini nei week end del 10-11 e 17-18 dicembre. Con i primi 1000euro ricavati dalla vendita abbiamo fatto ulteriori acquisti, sempre da produttori del posto, e oggi abbiamo consegnato al sindaco Falcucci 2.500 euro. In questo modo abbiamo aiutato sia i produttori – ha concluso Ansuini – sia l’intera comunità”.

“Cos’altro aggiungere – ha commentato il sindaco di Fano, Massimo Seri – se non un ‘grazie’ a tutte le associazioni che organizzano queste iniziative e al sindaco Falcucci che sta dimostrando una grande forza e dignità nell’affrontare l’emergenza”.