Pedonalizzazione del Centro. Lega Fano contro l’assessorato alla Qualità urbana

1 Luglio 2020 // di // Comments

Fano (PU) – “Al via dal prossimo 4 luglio alle sperimentazioni in centro storico. Un’amministrazione che sa solo sperimentare ai danni dei cittadini e delle attività. Da un lato si cercano di avverare i “sogni” dell’assessore e del suo alter-ego e dall’altra non si trovano soluzioni per chi la città la vive e vuole raggiungerla”. Ad affermarlo sono gli esponenti della Lega Fano che attaccano l’assessore Fabiola Tonelli

“Nulla da dire in merito alla riqualificazione di Piazza Andrea Costa che ormai da anni è in una situazione di evidente degrado – sottolineano – ma togliere i parcheggi fino a fine anno per un ipotetico periodo di prova (quando in realtà l’intenzione è quella di rendere il provvedimento definitivo) senza dare alcuna alternativa. Poteva essere una soluzione da proporre per il periodo estivo per garantire maggiori spazi alle attività, proponendo però spazi alternativi per chi raggiunge il centro in auto. Togliere spazi in questo momento di lenta ripresa delle attività è deleterio. Perché l’assessore non ha pensato anche a dare soluzioni alternative? Si potrebbe pensare di tenere aperta l’ex Caserma Paolini anche di sera in modo tale di facilitare l’ingresso in città. E poi cosa ne sarà nel periodo autunnale e invernale? Come intendono risolvere il problema dei parcheggi? E ancora più assurda l’ipotesi della pedonalizzazione del centro dalle 19 alle 24 dove i residenti saranno esclusi dal passaggio nonostante abbiano permessi (pagati) o posti auto all’interno. Con quale criterio vengono fatte queste scelte? I residenti sono già in allarme e hanno intenzione di non lasciar passare questa assurda limitazione che li renderebbe prigionieri fino alle ore 24”.