Scuolabus

Per prevenire episodi di bullismo, sugli scuolabus fanesi arriva l’assistente

20 Febbraio 2017 // di // Comments

Fano (PU) – Su alcuni scuolabus fanesi arriva l’assistente. A partire da oggi, per  garantire maggiormente la sicurezza degli utenti (in particolare dei più piccoli), su alcuni autobus per le scuole primarie sarà  presente un assistente nel tragitto del ritorno.

“Il nuovo servizio  – fanno sapere dai servizi educativi – rappresenta l’impegno dell’amministrazione comunale per garantire la necessaria serenità dei bambini durante i percorsi e prevenire potenziali episodi di bullismo”. L’amministrazione comunale, consapevole che lo scuolabus in certi casi è fondamentale per garantire la frequenza scolastica, e al fine di evitare soluzioni spiacevoli quali la revoca del servizio, istituisce in via sperimentale il servizio suddetto con un ampliamento della convenzione ad Auser che già presta detto servizio sui tragitti per le scuole dell’infanzia. Il volontario/a avrà il compito di sorvegliare gli alunni e le alunne durante il percorso e verificare che alla fermata sia presente l’adulto delegato al ritiro cui consegnare il bambino.

“Tuttavia – precisano i servizi educativi – per un buon funzionamento del servizio occorre la collaborazione di tutti gli utenti, a partire dai bambini”. Le norme di comportamento e di uso sono comprese in apposito regolamento pubblicato anche sul sito del Comune di Fano che indica le linee guida comportamentali scritte con la collaborazione degli stessi bambini. Questo uno stralcio del documento: “Lo scuolabus è un mezzo di trasporto a servizio degli alunni per facilitare il percorso: casa – scuola – casa e va quindi utilizzato rispettando le regole di comportamento che consentono a tutti di viaggiare sereni. Ogni comportamento scorretto sarà segnalato alla famiglia. Il rispetto di se stessi comincia con il rispetto degli altri. Ricordati, quindi, che sullo scuolabus si sale e si scende con calma e senza spingere; si sta seduti; si usa un linguaggio conveniente sia tra bambini che con gli adulti; si risponde educatamente ai compagni ed agli adulti; si rispettano le cose e le persone che si incontrano; son si danneggiano i sedili né alcuna altra parte del mezzo; non si disturba l’autista; non si litiga con i compagni; non ci si affaccia al finestrino; non si gettano né in terra né dal finestrino cose o carta”.