Promozione della lettura, Fano vince un bando da 50.000 euro

4 Dicembre 2018 // di // Comments

Fano (PU) – Contributi quasi raddoppiati e sforzi sempre maggiori per diffondere l’importanza della lettura. Dopo i 30mila dell’anno scorso, il Comune di Fano e il Sistema Bibliotecario hanno annunciato che dal Cepell (Centro per il libro e la lettura) del Ministero per i beni e le attività culturali, arriveranno 50mila euro grazie alla vittoria di un bando riservato a quei comuni che possono vantare il titolo di “Città che legge” (Fano lo è dal 2017) per l’impegno continuo nella promozione della lettura.

Il progetto presentato da Fano è risultato il quarto tra i comuni con un numero di abitanti compreso tra 50 e 100mila ed è ancora più ad ampio raggio rispetto a quello presentato lo scorso anno che portò come detto ad un finanziamento di circa 60 milioni delle vecchie lire. “Con quei soldi – ha spiegato la responsabile del sistema bibliotecario del Comune, Valeria Patregnani –, inerenti al progetto ‘Crescere con le parole giuste’, lo scorso anno sono stati acquistati 1.000 volumi per le 15 biblioteche scolastiche e sono stati organizzati 42 eventi dedicati alla lettura ad alta voce.

Quest’anno, essendo il bando più libero, abbiamo ampliato questa divulgazione a tutta la comunità, prima facendo un’indagine conoscitiva per capire cosa i cittadini pensano della lettura, poi mettendo in rete tra loro scuole e associazioni attraverso una campagna pubblicitaria che servirà per promuovere la lettura in tutto il tessuto sociale fanese”. Il progetto esecutivo, che sarà attuato da febbraio 2019 a marzo 2020, prevede anche dei corsi di lettura ad alta voce per adulti atti ad individuare soggetti che possano diventare mentori della narrazione e ancora acquisti di libri che andranno ad arricchire ulteriormente le biblioteche scolastiche tra cui quella dell’Istituto Comprensivo Padalino che sarà inaugurata il 12 dicembre.

“Attraverso il Patto per la Lettura sottoscritto – ha concluso Patregnani – si è riattivato un meccanismo che si era arrugginito ed essere nell’elenco ‘Città che legge’ permette di concorrere a dei bandi esclusivi”. “Questo finanziamento – ha sottolineato l’assessore ai Servizi Educativi, Samuele Mascarin – rende merito alla qualità del sistema bibliotecario di Fano che è cresciuto negli anni, talvolta facendo anche da regia a rassegne ed eventi culturali”. In totale sono state 25 le città che hanno vinto il bando, risultando i loro progetti esemplari per creare un ecosistema locale favorevole alla lettura.