“Riprendiamo da dove avevamo lasciato”: le porte del Circolo Tennis Team Fano riaprono

14 Giugno 2020 // di // Comments

Fano (PU) – Si è svolto nel pomeriggio di ieri un momento simbolico inaugurale per la stagione sportiva presso il Circolo Tennis Team Fano in via Lucio Domizio Aureliano, nella zona di Baia Metauro.

Con il motto “Riprendiamo da dove avevamo lasciato” il circolo ha voluto riaprire le porte agli allenamenti di tennis in tutta sicurezza e nel rispetto delle disposizioni vigenti Covid. Per l’occasione il circolo ha ospitato due giovani promesse del tennis locale quali De Santis Erik e Ruggeri Federico.

L’Asd Tennis Team Fano è un’associazione sportiva nata a giugno del 2018. Il presidente è Giovanni Valchera che da due anni ha scelto la città di Fano e ha deciso di investire nella struttura dal punto di vista economico in questa area di Fano. Sono state investite somme importarti per ampliare la struttura a 4 campi ed una zona verde con annesso campo. La zona è diventata oggi curata e piacevole e gode anche della vicinanza del mare.

Il centro conta più di 150 soci di tutte le età ed una scuola tennis di quasi quaranta ragazzi seguita dal Maestro Giovanni Valchera, tecnico nazionale, con l’aiuto di Nicola Gasparella.

L’ASD Tennis Team Fano ospita anche l’attività ricreativa estiva del Jump e nel periodo invernale promuove il tennis nelle scuole di Fano presso le quali facciamo attività ludico sportiva.

“Il mio desiderio – dice il Maestro Giovanni Valchera – è quello di diffondere il gioco del tennis a tutti i livelli ed età, trasmettendo una cultura sportiva sana attraverso un metodo d’insegnamento che consenta a chiunque di raggiungere la massima soddisfazione possibile nella pratica di questo sport, costruendo un centro di aggregazione con interessi comuni”.

Presenti al momento inaugurale anche l’Assessore allo Sport Caterina Del Bianco e la consigliera comunale e Lucia Tarsi. “L’amministrazione ha sottolineato l’importanza di questo investimento privato a beneficio della zona di Baia Metauro, definendo l’operazione come un esempio di urbanistica partecipata con risvolti positivi non solo sportivi ma sociali.

L’operazione ha visto infatti la piena collaborazione dei condomini adiacenti confermando come abbia portato beneficio a tutti. L’Assessore oltre a ringraziare Giovanni Valchera ha poi confermato la piena disponibilità a far conoscere alla città sempre di più questo luogo riqualificato.