Marianna Magrini, Alberto Santorelli e Davide Del Vecchio

Sanità, l’accusa dell’opposizione: “E’ iniziato lo scaricabarile politico”

30 Agosto 2016 // di // Comments

Fano (PU) – “Sulla sanità è iniziato lo scaricabarile delle responsabilità”. In consiglieri di minoranza Alberto Santorelli, Marianna Magrini e Davide Delvecchio interpretano così l’ultimo intervento del segretario e del capogruppo del Pd. “Non sono le solite prese di posizione disfattiste, dell’opposizione – riprendono i consiglieri di opposizione – ma un chiaro segnale che è già iniziato lo scaricabarile di responsabilità contro il sindaco e la giunta, sulla fondamentale questione della sanità. Seri è isolato, non ha saputo condurre alcuna alleanza e nessuna trattativa per tutelare il territorio e la sanità locale. Organizzare la rete sanitaria, dare risposte alle liste d’attesa, alle cure certe e di qualità, prendersi carico delle persone fragili è più difficile che consegnare le targhe e fare le foto alle feste. Conseguenza logica vorrebbe che ci sia una mozione di sfiducia in consiglio comunale, così da tornare a votare quanto prima, visto che questa giunta e questo sindaco passeranno alla storia per avere fatto chiudere l’Ospedale di Fano per abbandono, si sono arresi. Muraglia sarà secondo noi il logico risultato dell’algoritmo, l’app che ha appassionato l’estate della nostra provincia, che forse la giunta ha scambiato per una caccia ai Pokemon. Constatiamo che il sindaco non è riuscito nell’impresa politica di trovare un collega che appoggi la sua linea politica, isolato su posizioni che neanche la sua maggioranza comprende. Il risultato sarà che a determinare il futuro della sanità locale, saranno l’attuale e l’ex sindaco di Pesaro”.