Massimo Seri, sindaco di Fano

Seri: “Non vogliamo far cassa con le multe”

14 Luglio 2015 // di // Comments

Fano (PU) – “Le multe rispetto allo scorso anno non sono aumentate”. Il sindaco Massimo Seri rispedisce al mittente le critiche dei cittadini che ieri sul nostro quotidiano si erano lamentati per la rigidità degli agenti della Polizia Municipale che nell’ultimo fine settimana hanno messo a segno un raid tra la zona Lido e Gimarra. La replica arriva dopo l’incontro avuto stamattina con il comandante dei Vigili Urbani Giorgio Fuligno per fare il punto della situazione.

“Era pianificato da tempo questo summit che rientra nella programmazione amministrativa – chiosa Seri -. Le critiche ricevute? I numeri le smentiscono poiché nel weekend appena trascorso sono state fatte 202 contravvenzioni nei 6 turni totali: non è una esagerazione come si vuol far credere”.

Seri mette a fuoco la linea guida che è stata applicata: “Senza dubbio abbiamo richiesto che ci fosse maggiore attenzione, certe situazioni non le possiamo tollerare. Le regole vanno rispettate. Se è vero che ci sono molte lamentele e proteste, specialmente da chi viene multato, ci sono poi altrettanti riscontri positivi nei confronti di questo atteggiamento con cui si vuole tutelare la città”.

Per rafforzare la propria idea Seri porta un esempio: “Lo scorso anno una signora ha lasciato la macchina pochi secondi sulla ciclabile, in quel momento è passato un ciclista che ha urtato il veicolo e dopo essere finito in coma, è deceduto. Questo ci fa capire che l’attenzione deve essere al massimo per garantire la sicurezza, ovviamente ci vuole anche il buon senso”.

E poi Seri continua: “Tutti dicono che ci dobbiamo ispirare alla Romagna, ma lì non esiste il parcheggio selvaggio. Tutti sanno che le regole vanno rispettate, in caso contrario vieni punito”. A coloro che sostengono che l’amministrazione abbia chiesto ai vigili urbani di aumentare le multe per coprire i buchi di bilancio, Seri risponde che “si tratta di fantasia. Non è vero, non vogliamo fare cassa: è sufficiente prendere in mano i numeri. Rispetto allo scorso anno, l’accertato di questi sei mesi è più o meno lo stesso con una leggera crescita. L’aumento che abbiamo previsto dagli accertamenti è raggiungibile solamente con l’installazione di apparecchiature tecnologiche e non con i controlli dei vigili”.