Servizio idrico, Aset: “Non lucreremo sulle perdite occulte”

20 Febbraio 2020 // di // Comments

Fano (PU) – Il servizio di acqua potabile fornito da Aset spa risulta eccellente nei suoi livelli di efficienza. Lo dimostrano i risultati delle verifiche e dei controlli effettuati sulle perdite di rete sia dall’autorità locale (Aato) che dall’autorità nazionale (Arera). Sono due gli indicatori cui fare riferimento: M1a per le perdite lineari e M1b per le perdite idriche percentuali. In entrambi i casi Aset spa è nelle migliori fasce di merito: in classe A nel primo caso e in classe B nel secondo, su una scala di valutazione che arriva fino alla E.

“Questi risultati – afferma il presidente Paolo Reginelli – sono prodotti da una politica di investimenti, praticata da più di un decennio, in cui Aset spa ha impegnato importanti risorse economiche nell’ammodernamento delle reti e degli impianti. Una strategia che, peraltro, l’azienda intende perseguire anche in futuro. Lo richiede il fatto che tutti gli oneri relativi alle perdite idriche sulla rete sono a carico dell’azienda. Per le società dei servizi, inoltre, il sistema tariffario prevede criteri incentivanti, o al contrario penalizzanti, proprio in ragione degli obiettivi raggiunti riguardo alle perdite idriche”.

Le perdite occulte a valle del contatore, invece, attengono ai titolari del contratto e non ad Aset spa, così come avviene per tutte le altre forniture quali elettricità o gas naturale. Al momento, però, la copertura degli oneri relativi alle perdite occulte delle utenze domestiche è a carico di Aset spa e pertanto del sistema idrico, senza peraltro incentivare la giusta attenzione nella gestione e manutenzione degli impianti interni.“Dalle informazioni a nostra disposizione – conclude il presidente Reginelli – risulta che la proposta in discussione all’Aato preveda un contributo di pochi euro all’anno, per ogni singola utenza, per la copertura dei meri costi vivi dell’acqua potabile, una modalità peraltro utilizzata anche in altre zone delle Marche. In definitiva Aset spa non lucra sulle perdite idriche e non intende farlo in futuro, tra l’altro il regolamento in discussione riguarda l’intero ambito”